Milan, tanti gol decisivi arrivano dalla panchina: numeri importanti per Jovic e Okafor

I due giocatori sono alternative più che valide a Giroud e Leao: nella corsa all'Europa League e al secondo posto in serie A il loro contributo può fare la differenza

di ILARIA CHECCHI -
3 marzo 2024
Stefano Pioli

Stefano Pioli

Milano, 3 marzo 2024 – Secondo giorno di riposo concesso ai rossoneri da Stefano Pioli dopo la vittoria tesa e sofferta in casa della Lazio: domani la squadra si ritroverà a Milanello per preparare la delicata sfida di andata degli ottavi di finale di Europa League prevista per giovedì sera a San Siro. Il percorso europeo del Milan sarà decisivo anche stabilire le sorti del tecnico emiliano, soprattutto dopo le dichiarazioni rilasciate da Gerry Cardinale, il quale non è soddisfatto dell’attuale situazione del club: il tecnico rossonero, per guadagnarsi la conferma anche per la prossima stagione, dovrà vincere l'Europa League, ovvero l'unico trofeo internazionale che manca nella bacheca di via Aldo Rossi.

Panchina d’oro

Grazie ai tre punti conquistati all’Olimpico venerdì sera i rossoneri hanno blindato il terzo posto, tenuto lontano le inseguitrici accorciando a una sola lunghezza di distanza sulla Juventus, che è seconda, e che stasera sarà impegnata contro il Napoli. A decidere il match contro i laziali è stato ancora una volta un gol arrivato dalla panchina, il tredicesimo sui 51 totali segnati dal Diavolo in campionato, come nessun'altra squadra nei cinque massimi campionati europei. Mattatore della gara è stato Noah Okafor che, entrato in campo al posto di Adli nella ripresa, ha pescato il quinto centro stagionale portando la vittoria ai rossoneri come ogni volta che ha segnato (Cagliari, Lazio, Monza, Udinese e ancora Lazio).

Lo svizzero, arrivato in estate dal Salisburgo a titolo definitivo per 14 milioni di euro, si sta dimostrando un ottimo rinforzo per il Diavolo e domenica sera contro l’Empoli si guadagnerà la titolarità a San Siro in quanto Rafael Leao sarà infatti squalificato (era diffidato ed è stato ammonito contro la Lazio): «Se dopo questa partita inizia un nuovo campionato per me? Spero di sì, lavoro tutti i giorni per essere a disposizione della squadra e per far gol».

Il Diavolo è anche l'unica formazione a contare due giocatori con almeno quattro gol segnati partendo dalla panchina in questa stagione nei cinque principali campionati europei (Noah Okafor e Luka Jovic): se la media gol del talento svizzero in Serie A è di uno ogni 102 minuti, quella dell'ex Real Madrid è di una rete ogni 115'. Numeri importanti che confermano come lo scorso mercato estivo abbia arricchito la panchina rossonera che oggi può fornire valide alternative a Pioli: in un momento cruciale della stagione, tra la rincorsa al secondo posto in serie A e la fondamentale Europa League, avere a disposizione un ventaglio di scelte di qualità potrebbe davvero fare la differenza per il raggiungimento degli obiettivi stagionali.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su