Il Diavolo cambia per il sorpasso. Thiaw, Adli e Jovic: chance da derby

A Monza (20.45) Pioli può superare Allegri, ma fa rifiatare molti big: Loftus-Cheek l’unico inamovibile

di ILARIA CHECCHI -
18 febbraio 2024
Il Diavolo cambia per il sorpasso. Thiaw, Adli e Jovic: chance da derby

Yacine Adli, 23 anni, candidato a fare coppia con Bennacer a centrocampo

Scavalcare la Juve al secondo posto, puntare a non perdere terreno nei confronti della capolista e dare continuità di risultati e prestazioni: gli obiettivi del Diavolo sono semplici e chiari e questa sera, all’U-Power Stadium di Monza, il derby lombardo dai mille risvolti emozionali che legano i due club sarà affrontato dagli uomini di Pioli con la stessa cura e attenzione mostrata nella convincente vittoria all’esordio di Europa League contro il Rennes giovedì scorso. Il calendario affollato di impegni non permette di ricaricare le pile e in questo momento il tecnico emiliano deve essere in grado di gestire al meglio le forze dei suoi uomini per non rischiare infortuni (nel 2024 finora solo capitan Calabria si è fermato) o scelte azzardate: contro la compagine di Palladino, dunque, spazio a un ampio turn over potendo contare su una panchina affamata e vogliosa di dare il proprio personale contributo permettendo ai titolarissimi di tirare il fiato.

Con molta probabilità lo scacchiere tattico pioliano vedrà cinque elementi nuovi rispetto alla formazione che ha battuto i francesi a San Siro giovedì scorso, a partire dalla difesa, dove Simon Kjaer, uscito stanco dal match di Europa League, potrebbe cedere il passo all’ormai pienamente recuperato Malick Thiaw. Il tedesco classe 2001, infatti, ha già messo minuti sulle gambe contro il Rennes dimostrando di aver ampiamente superato l’infortunio che l’ha tenuto lontano dai campi per ben 79 giorni. Novità attese anche a centrocampo, dove Yacine Adli tornerà a fare coppia con Ismael Bennacer facendo accomodare Musah in panchina, almeno inizialmente, mentre lo straordinario mattatore della serata europea, Loftus-Cheek punterà a ripetere la grande prestazione offerta anche contro i brianzoli.

Chi ha bisogno di riposo, poi, è senza dubbio Christian Pulisic: lo statunitense potrebbe lasciare spazio sulla trequarti a Okafor, pronto a lasciare la sua firma trovando spazio e minuti preziosi da mettere a referto. Infine, in attacco, Luka Jovic ha una chance concreta di partire dall’inizio in modo da concedere un meritato riposo allo stakanovista Olivier Giroud: il numero 9 rossonero, giovedì sera, ha tagliato il traguardo delle 700 partite giocate in carriera, dopo il debutto datato 24 marzo 2006 con la maglia del Grenoble in Ligue 2.

Con 281 gol e 101 assist collezionati finora, a trentasette anni è necessario che gestisca le sue forze senza correre pericoli soprattutto considerato l’imprescindibile apporto sotto porta che sta fornendo: il centravanti serbo si è rivelato un’arma micidiale subentrando a gara in corso e non veste la maglia da titolare in campionato dalla sfida casalinga contro il Frosinone dello scorso 2 dicembre.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su