Il Milan torna a ruggire. Loftus-Cheek e Leao, è una lezione di calcio

Rennes travolto: doppietta dell’inglese e il gol che sblocca Rafa dopo mesi. Il Diavolo ipoteca il passaggio del turno e ricarica il morale per il campionato.

di ILARIA CHECCHI -
16 febbraio 2024
Loftus-Cheek e Leao, è una lezione di calcio

Ruben Loftus-Cheek, 28 anni, è stato il grande protagonista della sfida contro il Rennes segnando una doppietta personale

Esordio in Europa League vincente per il Diavolo che, dopo aver salutato anticipatamente il più prestigioso palcoscenico della Champions, ha tutta l’intenzione di dire la sua nella competizione meno nobile ma comunque importante: ieri sera, in un San Siro gremito da oltre 69mila tifosi (e circa settemila supporters francesi) e alla presenza del numero uno di RedBird Cardinale, i rossoneri hanno battuto il Rennes del giovane tecnico Stephane per 3-0.

L’aria transalpina, però, non ha ispirato Giroud (che ieri ha tagliato il traguardo delle 700 partite in carriera) ma ha scatenato la furia inglese di Loftus-Cheek, autore di una micidiale doppietta, e interrotto il digiuno sotto porta di Leao. Formazione rossonera senza sorprese quella schierata dal tecnico emiliano, che ha recuperato l’acciaccato Kjaer, affidandosi a Florenzi al posto dell’infortunato Calabria: la stanchezza di Bennacer e Adli dopo le fatiche con il Napoli ha permesso a Musah di ritrovare la titolarità dopo due mesi, mentre in attacco Pulisic, l’ex Chelsea e il lusitano sono andati a sostegno di Giroud: il portoghese, oltre al piattone che ha infilato Mandanda, si è prodigato al massimo per i compagni mandando spesso in apnea Guela Doué. L’approccio dei padroni di casa è stato aggressivo fin dalle prime battute di gioco e la traversa scheggiata da Leao dopo sei minuti l’ha testimoniato appieno: i successivi tentativi di Reijnders e Musah non hanno smosso il ruolino marcatori e, nonostante un pressing asfissiante da parte dei rossoneri, la porta francese è rimasta immacolata, mentre gli ospiti si sono fatti vedere con il tiro innocuo di Theate, il destro a giro di Bourigeaud e la conclusione di Desirè Doué.

Alla mezz’ora, però, il colpo di testa di Loftus-Cheek ha capitalizzato al massimo il preciso assist dalla destra di Florenzi portando il Diavolo meritatamente in vantaggio: l’ex Chelsea si è ripetuto a inizio ripresa, ancora di testa, sfruttando la sponda di Kjaer su corner di Theo, blindando così il risultato. La ciliegina della magica serata rossonera è arrivata grazie a Rafa, applaudito dalla Curva Sud che, finalmente, ha potuto intonare il coro dedicato all’attaccante tornato al gol. L’appuntamento, ora, è fissato per il 22 febbraio, quando il secondo round in Bretagna svelerà se il Diavolo potrà continuare il suo sogno europeo: la vittoria di ieri è sicuramente un ottimo punto di partenza.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su