Le pagelle rossonere: Leao indolente, Tomori impeccabile

Pobega, esordio d'impatto, Florenzi dispensa qualità

di ILARIA CHECCHI -
20 settembre 2023
La formazione iniziale

La formazione iniziale

Ecco le pagelle rossonere: MILAN (4-3-3) Maignan 6 Praticamente inoperoso, esce a dieci dalla fine per un problema al flessore. 80’ Sportiello 6,5 Si guadagna la sufficienza piena dopo l’intervento sulla conclusione di Longstaff. Calabria 6 Il capitano deve chiudere sulle accelerate di Gordon e non sempre ci riesce: terzino puro, non si accentra più a fare il mediano come visto nel derby. Il cartellino giallo preso per proteste gli costa la panchina nel secondo tempo. 46’ Florenzi 7 Ci prova con un tiro dalla distanza e regala a Leao un’imbeccata perfetta da trasformare solo in gol. Thiaw 6 Osservato speciale dopo la performance negativa nel derby, mostra attenzione e diligenza. Tomori 7 Dopo aver scontato la squalifica nel derby torna con la voglia di dare il suo contributo: controlla a vista Isak lasciandogli poco spazio di manovra, senza perdere d’occhio anche Murphy. Rimprovera Leao per il gol mangiatosi nel primo tempo e copre tutta la linea difensiva. Theo Hernandez 6,5 Partecipa alla fiera delle occasioni gol avute in tutta la partita, tra colpi di testa e tiri da fuori area. Più ordinato rispetto al derby, Loftus-Cheek 6,5 Furia incontenibile, a volte pecca di egoismo scegliendo la conclusione personale anziché servire i compagni. E’ però uno dei fulcri del gioco rossonero e mostra un buon feeling con Chukwueze: dal duello con Tonali ne esce vincente. Abdica per un problema muscolare. 70’ Musah 6,5 Buone iniziative, ispira l’azione offensiva dei compagni. Krunic 6 Tallona Tonali in fase di non possesso non lasciandolo respirare e sostiene Calabria nel disinnescare Gordon. Pobega 6,5 Prima da titolare per lui ed è suo il primo squillo rossonero con un sinistro dalla distanza a impegnare Pope. Personalità, riesce a bersi Longstaff senza patemi. 60’ Reijnders 6,5 Si presenta con un’azione solitaria e una conclusione a rete. Chukwueze 5,5 Pioli si affida a lui a destra per la prima volta dall’inizio: Burn, terzino sinistro alto più di 2 metri, non lo ferma quasi mai. Tanta volontà e fisicità ma non concretizza come dovrebbe. 60’ Pulisic 6 Entra con la voglia di lasciare il segno ma non ci riesce. Giroud 5,5 Va a caccia del gol come tanti suoi compagni senza fortuna mandando in affanno Botman: si becca un giallo per proteste che sa di frustrazione. Leao 5 Come spesso accade, alterna giocate deliziose a scelte leziose che non aiutano, anzi: il gol che si mangia nel primo tempo ne è la dimostrazione empirica, tanto da prendersi il rimprovero di Tomori. Troppe volte pescato in fuorigioco, mostra un’indolenza che ricorda la passata stagione. All. Pioli 6 L’atteggiamento è quello giusto, la reazione alla debacle nel derby c’è stata ma sono mancati i gol: a una mole enorme di occasioni create non ha fatto seguito la doverosa concretezza. La sfortuna, poi, ci mette del suo, con gli infortuni di Loftus e Maignan. Voto squadra 6,5. A disposizione: Mirante; Bartesaghi, Kjaer; Adli, Jovic, Okafor. NEWCASTLE (4-3-3): Pope; Trippier, Schar, Botman, Burn; Bruno Guimaraes, Longstaff, Tonali; Murphy, Isak, Gordon. A disposizione: Harris, Karius; Dummett, Lascelles, Livramento, Targett; Almirón, Anderson, Barnes, Hall, Miley; Wilson. All. Howe.  

Continua a leggere tutte le notizie di sport su