Leao: di corsa verso il recupero. E si presenta a Milanello un giorno prima del previsto

Il portoghese mette nel mirino il match decisivo del girone di Champions League contro il Borussia Dortmund. In chiave Fiorentina da valutare le condizioni di Kjaer e Pulisic

di ILARIA CHECCHI -
20 novembre 2023
Rafa Leao, a destra, la sua storia su Instagram da Milanello

Rafa Leao, a destra, la sua storia su Instagram da Milanello

Milano, 20 novembre 2023 – Secondo e ultimo giorno di riposo per il Diavolo che si ritroverà a Milanello domani, martedì 21 novembre, all'ora di pranzo per iniziare a preparare la sfida di sabato sera contro la Fiorentina a San Siro. Saranno giorni decisivi per valutare le condizioni di Simon Kjaer e Christian Pulisic, che finora hanno svolto lavoro personalizzato ma che puntano a tornare a lavorare in gruppo per poter essere di nuovo convocati contro la Viola.

Leao

Intervistato nel corso del podcast '19F', il portoghese, infortunatosi durante il match contro il Lecce, ha dichiarato: “Ho avuto sempre dei compagni importanti. Quando giocavo bene, Zlatan Ibrahimovic non mi diceva niente. Quando giocavo male invece si faceva sentire, ma su questioni tecniche, sui dettagli. E quando sbagliavo i controlli mi diceva 'con quella qualità e quel talento che hai non puoi sbagliare il controllo, devi andare in porta'.

Appena arrivato a Milano mi ha aiutato Ismael Bennacer: io ho un grande rapporto con lui, è mio fratello e spero che torni presto. Non c’è un episodio in particolare, mi ha aiutato tutti i giorni e mi supporta tantissimo”.

Rientrato in Italia dopo qualche giorno di riposo in Portogallo, Leao ieri ha presenziato insieme al compagno e amico Bennacer al Pala Alpitour di Torino, per seguire l’ultimo atto delle ATP Finals tra Jannik Sinner e Novak Djokovic vinto dal serbo: l’obiettivo del numero 10 rossonero resta il Borussia Dortmund, match decisivo per il futuro europeo del Milan e le sue condizioni saranno valutate quotidianamente. Nonostante il giorno di riposo concesso al gruppo, Rafa è tornato a Milanello questa mattina per superare al meglio l’infortunio muscolare e ha postato una foto direttamente dal centro sportivo rossonero scrivendo: "Ci stiamo arrivando", accompagnando le parole dalla bandiera a scacchi.

Zlatan

Per il ritorno di Zlatan Ibrahimovic al Milan manca solo l’annuncio che dovrebbe essere questione di giorni: dopo una settimana di silenzio (inizialmente si pensava che l’accordo potesse arrivare durante la sosta per le Nazionali) ogni momento potrebbe essere quello giusto.

Con Gerry Cardinale che probabilmente sarà a Milano settimana prossima per assistere a San Siro al match di Champions League, l'ufficialità potrebbe arrivare proprio in quell'occasione, con Ibra pronto a svolgere il ruolo di consigliere del numero uno di RedBird.

Nazionali

Tra oggi e domani due giocatori rossoneri scenderanno di nuovo in campo con e rispettive selezioni: si tratta di Fikayo Tomori con l’Inghilterra e Yunus Musah con gli Stati Uniti d'America.

La Nazionale di Southgate affronta alle ore 20:45 a Skopje la Macedonia del Nord nell'ultima gara di qualificazione a Euro 2024, anche se per entrambe non ha validità in termini di punti, visto che gli inglesi sono già qualificati come primi del girone, mentre gli avversati sono matematicamente eliminati dopo l'ultima partita disputata a Roma contro l'Italia. Da valutare se l’ex United voglia schierare Tomori, reduce da una botta alla caviglia non preoccupante.

Per quanto riguarda gli USA, il match in trasferta contro Trinidad e Tobago è previsto nella notte, all’1 italiana e vale per i quarti di finale di ritorno della Concacaf Nations League. L'andata pochi giorni fa era terminata 3-0 a favore degli Stati Uniti, con Musah titolare per tutti i 90 minuti.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su