Milan, il miglior Leao per sfatare il tabù Udinese: “Non dobbiamo avere paura”

Contro i friulani occhi puntati sul portoghese, a digiuno in campionato dal 23 settembre. Pioli: “Nel girone di ritorno vogliamo essere protagonisti”

di ILARIA CHECCHI -
20 gennaio 2024
Rafa Leao, 24 anni

Rafa Leao, 24 anni

Milano, 20 gennaio 2024 – Stasera a Udine per il Milan l’obiettivo è solo uno: dare continuità di risultati e prestazioni dopo il successo casalingo contro la Roma per blindare il terzo posto e non perdere terreno dalla coppia Juventus-Inter. Calcio di inizio alle ore 20:45, con Stefano Pioli pronto ad affidarsi al suo undici migliore per provare ad avere la meglio su Cioffi, mai battuto in carriera finora: “Non dobbiamo avere timori, dobbiamo avere sempre la volontà e la necessaria lucidità per essere performanti al massimo. Nel girone di ritorno vogliamo fare meglio di quanto fatto nel girone d'andata. Inutile guardarsi troppo indietro, quello che conta è la prestazione con l’Udinese”, le parole del tecnico.

Leao

Osservato speciale questa sera nella sfida contro i bianconeri sarà sicuramente Rafa Leao, alla caccia di un gol scaccia-digiuno: il portoghese, infatti, non va a segno in serie A dallo scorso 23 settembre ma Stefano Pioli ieri ci ha tenuto a difendere le prestazioni del suo numero 10, confermando che quest'anno sta giocando maggiormente per la squadra. "Sta giocando molto di più con la squadra, sono aumentati i suoi passaggi chiave e i suoi assist ma c'è un problema di precisione, i tentativi sono stati sicuramente molti di più. Siamo il secondo miglior attacco, Rafa è un giocatore molto importante. Anche quando non riesce ad essere incisivo lui comunque ci crea spazio, ci porta via avversari. Rafa deve provare a trovare spazi diversi, con difese più basse. Deve fare movimenti più accentuati. È un giocatore determinante per la nostra fase offensiva”.

Spazio ad Adli

Con Florenzi e Sportiello recuperati, la formazione pronta a scendere in campo questa sera al Bluenergy Stadium dovrebbe essere la stessa vista dal primo minuto contro la Roma. Maignan in porta, difesa a quattro con Theo Hernandez a sinistra e capitan Calabria a destra, coppia centrale composta da Gabbia e Kjaer: a centrocampo, con Reijnders e Loftus-Cheek, confermato Yacine Adli, dopo il gol segnato contro i giallorossi. In avanti spazio ai titolarissimi Pulisic, Giroud e Leao.

Mercato

Tramontata l’ipotesi Buongiorno (il presidente del Torino Urbano Cairo è stato irremovibile e chiudendo la porta ad ogni possibile via di fuga del suo capitano) il Diavolo si focalizza ora su Lilian Brassier, sperando che il Brest abbassi le richieste economiche da 10-12 milioni di euro fatte, e su Tanguy Nianzou Kouassi del Siviglia, a cui il club rossonero potrebbe offrire un prestito con diritto di riscatto, e su Trevoh Chalobah del Chelsea. Per la mediana resta viva la pista per Nemanja Matic del Rennes (l’ex Roma è in rottura con il club francese che il Diavolo incontrerà in Europa League). 

Probabili formazioni

Udinese (3-5-2): Okoye; Ferreira, Perez, Kristiansen; Ebosele, Lovric, Walace, Payero, Kamara; Pereyra; Lucca. All. Cioffi. Milan (4-3-3): Maignan; Calabria, Kjaer, Gabbia, Theo Hernandez; Loftus-Cheek, Adli, Reijnders; Pulisic, Giroud, Leao. All. Pioli.

Dove vederla

Udinese-Milan, sabato 20 gennaio, sarà trasmessa in diretta sia su Sky che su Dazn con collegamento a partire dalle ore 20:30.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su