I cinque motivi per non perdere Cittadella-Pisa

Sfida contro il Cittadella per ritrovare la vittoria. Ecco perché è una partita imperdibile

di MICHELE BUFALINO -
2 marzo 2024
Il tecnico Alberto Aquilani

Il tecnico Alberto Aquilani

Pisa, 2 marzo 2024 - Il giorno prima della sfida di Cittadella i nerazzurri si ritrovano invischiati nella lotta salvezza. ANCORA TURNOVER? - Contro il Modena era stata rivoluzione con ben 6 giocatori cambiati rispetto alla gara precedente. Domani si profila una gara dall'andamento simile. Confermato molto probabilmente Loria tra i pali, ma contro il Cittadella ritornerà certamente anche Marin dal primo minuto, così come Barbieri ed Esteves. DOPPIA VITTORIA, UN BRUTTO ANNIVERSARIO - Il Pisa non vince da 3 partite, ma cosa più incredibile è che, il 28 febbraio, ha 'festeggiato' un anno di partite senza vittorie consecutive. L'ultima infatti risale al 28 febbraio 2023, nel doppio confronto tra Perugia e Parma. Fu l'ultima volta che i nerazzurri vinsero almeno due partite consecutive. INFORTUNI, UN ALTRO STOP - Non c'è pace per il Pisa. Ora si ferma anche Barberis. Il giocatore infatti ha subito un gravissimo infortunio con la rottura del crociato, ma anche con l'interessamento del legamento collaterale e mediale, oltre alla lussazione del menisco. Il centrocampista era uscito contro il Modena a causa di un contrasto dopo soli 17'. Un quadro clinico particolarmente grave che arricchisce il quadro di un’infinita serie di sfortune relativamente agli infortuni. Oltre al quarto infortunio ai legamenti in stagione, si tratta del calciatore numero 41 a fermarsi quest’anno, per un totale di 1361 giorni di recupero. CARTELLINI ROSSI? TROPPI - Contro il Cittadella mancherà Valoti per espulsione. Il momento è complesso la gara con il Modena ha fatto riemergere il problema dei cartellini rossi. La partita è stata la settima giocata in inferiorità numerica dal Pisa per il 28% delle gare giocate in queste condizioni e dalle quali sono arrivati soltanto 3 punti. Con il Parma, all’andata, il rosso di Leverbe fece giocare il Pisa in 10 per 60 minuti e arrivò una sconfitta (1-2). Col Modena Hermannsson uscì al 34’ e il Pisa perse 0-2. Con il Bari Nagy venne buttato fuori all’89’ e i pugliesi trovarono il pareggio pochi minuti prima (1-1). Costò caro anche il rosso di Barbieri col Cosenza, che si tradusse in un’altra sconfitta nel recupero (1-2), quindi l’espulsione di Marin con il Palermo (sconfitta per 2-3), quella di Calabresi (nel ritorno), nuovamente contro il Cosenza (pareggio 1-1) e infine il rosso di Valoti col Modena (2-2). BESTIA NERA - All'andata il Pisa ha battuto in casa il Cittadella, ma storicamente i nerazzurri hanno sempre avuto non poche difficoltà contro i granata tra Serie C e Serie B. Solamente in tre occasioni i nerazzurri sono riusciti a vincere, con l'1-0 della stagione 2021-22, il 2-0 del primo anno di Serie B con D'Angelo e, infine, il 2-0 del 2002-2003. In tutti gli altri precedenti il Pisa non ha mai battuto il Cittadella, incappando in ben 2 occasioni in uno 0-3 e, addirittura, in un doppio 1-4 interno sia nell'anno di Gattuso, sia nella seconda stagione in Serie B di Luca D'Angelo in panchina. Michele Bufalino

Continua a leggere tutte le notizie di sport su