Tutto vero: la Reggiana batte il Modena ed è matematicamente salva

Ora è ufficiale: la Reggiana è salva, e i playoff distano soltanto 2 punti; decisivo nel secondo tempo un rigore di Gondo, splendida cornice di pubblico con oltre 13mila persone

di GIUSEPPE MAROTTA -
1 maggio 2024
La Reggiana ha battuto il Modena nel derby del Secchia

La Reggiana ha battuto il Modena nel derby del Secchia

Modena, 1 maggio 2024 – Tutto vero: la Reggiana batte il Modena nel derby del Secchia con un rigore di Gondo ed è matematicamente salva. I granata hanno raggiunto l’obiettivo stagionale. Dopo il triplice fischio belle immagini con la squadra in festa sotto la curva, insieme ai tifosi. Le prime parole di mister Alessandro Nesta nel dopo gara: "La Reggiana ha fatto una cosa speciale".

Con questo successo è stata raggiunta quota 46 punti, e il margine di +9 sui playout, a due turni dal termine, è un margine decisivo. Ora è possibile sognare a mente serena: i playoff sono a soli due punti.

Dolci coincidenze e intrecci con la storia: proprio nel giorno del 30° compleanno dell’indimenticabile salvezza in Serie A del 1994 (1-0 di Esposito a San Siro col Milan, nel pre gara alcuni eroi di quella giornata hanno salutato il pubblico granata) arriva un’altra salvezza. Sempre il 1° maggio. La Reggiana, proprio in memoria di quel giorno, ha giocato con la divisa bianca (e Bardi con la maglia indossata da Taffarel).

Straordinaria la cornice di pubblico: coreografie mozzafiato, e record stagionale per le gare interne della Reggiana (13mila e 418 spettatori).

L’episodio decisivo al minuto 64’: Oukhadda stende Pieragnolo ed è rigore. Dal dischetto Gondo (6° gol) è freddissimo e spiazza Gagno. Grande occasione poco prima proprio per Pieragnolo su assist di Fiamozzi, ma il terzino mancino aveva incredibilmente sparato alto a porta spalancata.

Modena pericoloso in avvio con tre colpi di testa di Abiuso, ma in generale la Reggiana ha vinto più duelli e ha tenuto meglio il campo, interpretando al meglio il derby e tornando ad una vittoria casalinga che mancava dal 26 dicembre (1-0 col Catanzaro).

Ora, ad obiettivo raggiunto, si può sognare: domenica si va a Genova con la Sampdoria (ore 15) e venerdì 10 maggio l’atteso derby col Parma che mentre ha ottenuto la promozione in Serie A.

Il tabellino dell’incontro

REGGIANA-MODENA 1-0

REGGIANA (3-4-2-1): Bardi; Libutti, Rozzio, Pajac (30’st Szyminski); Fiamozzi, Kabashi (39’st Cigarini), Bianco (42’st Varela), Pieragnolo; Portanova, Melegoni (30’st Antiste); Gondo. A disp.: Sposito, Satalino, Vido, Reinhart, Okwonkwo, Blanco, Pettinari, Vergara. All.: Nesta MODENA (4-3-1-2): Gagno; Magnino, Zaro, Pergreffi, Cotali (22’st Strizzolo); Battistella (1’st Oukhadda), Santoro, Corrado (1’st Cauz); Palumbo; Gliozzi (22’st Bozhanaj), Abiuso (29’st Manconi). A disp.: Seculin, Vandelli, Tremolada, Riccio, Mondele, Di Stefano, Oliva. All.: Bisoli Arbitro: Baroni di Firenze (Liberti e Belsanti; IV ufficiale Burlando; Var Meraviglia, Avar Pagnotta) Rete: Gondo su rig. al 19’st. Note: spettatori 13.418, per un incasso lordo di 238.099,41 euro. Ammoniti Palumbo, Battistella, Pergreffi e Abiuso. Angoli: 3-4. Recuperi: 1’ e 5’.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su