Playlist Serie A: Pulisic come Dua Lipa, Mou canta Rose Villain

L’asso del Milan segna con un colpo alla Houdini, il tecnico della Roma è perfetto per ‘Io, me e altri guai’

di FEDERICO DI MAIO -
5 dicembre 2023
Dua Lipa e Christian Pulisic
Dua Lipa e Christian Pulisic

Playlist Serie A, ovvero il nostro campionato in musica. Le prodezze della giornata che si specchiano nelle hit musicali del momento.

Pulisic-Dua Lipa. La tanto discussa costruzione dal basso è la prima protagonista della nostra rubrica, Magic Mike Maignan sigla il primo assist stagionale. Lancio di settanta metri a seguire l’inserimento del funambolo Pulisic, controllo da illusionista, seguito da una progressione conclusa con un delizioso tocco sotto. Un connubio di magie, dal delizioso assist del portiere del Milan, al magnifico controllo con fuga dell’esterno milanista. “I’m not here for long, Catch me or I go Houdini”: questo avrà pensato Pulisic durante l’esecuzione del clamoroso gesto tecnico che ha contraddistinto l’ultima giornata di campionato, sulle note dell’ultimo singolo di Dua Lipa “Houdini", il Milan ha trovato il proprio illusionista.

Ngonge-Annalisa. Ci pensa Ngonge a siglare quello che sarà molto probabilmente uno dei gol più belli della stagione. Cross dalla sinistra di Suslov, in mezzo all’aerea di rigore attende come un rapace l’attaccante belga, pronto a coordinarsi in mezzo a tre giocatori per poi siglare quella che sarà una rovesciata Bellissima!Ho fatto i salti mortali, No, non mi dire che è tardi”. No Cyril non è tardi per riprendere dove avevi lasciato la scorsa stagione, specialmente se lo fai con una rovesciata simile: Bellissima. Quattro gol e due assist in stagione, due gol consecutivi nelle ultime due giornate, bentornato Ngonge!

Mourinho-Rose Villain. Tante le polemiche che hanno contraddistinto la partita di Reggio Emilia, che ha visto protagoniste la Roma di Mourinho ed il Sassuolo di Dionisi. Dalle critiche pre-match dell’allenatore portoghese nei confronti dell’arbitro designato per la sfida, all’attacco frontale al leader dei neroverdi Domenico Berardi, accusato di essere un Bad boy dentro il campo. A questi guai si è aggiunta una partita che fino al settantacinquesimo vedeva la Roma sotto 1-0, poi vinta come al solito negli ultimi minuti. “Sai che non sono facile, sai anche che è impossibile cambiare per me” questo sarà circolato nella testa di Mourinho, sulle note dell’ultimo pezzo “Io, me ed altri guai” di Rose Villain. Dopo l’ennesima polemica che l’ha visto protagonista e l’ulteriore vittoria raggiunta nuovamente nei minuti finali, Mourinho ci ha dimostrato come in mezzo ai guai la sua Roma si esalti eccome.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su