Sorprese in Eccellenza. Il guizzo della Jesina

10 ottobre 2023
Sorprese in Eccellenza. Il guizzo della Jesina
Sorprese in Eccellenza. Il guizzo della Jesina

Le sorprese non mancano nella quinta giornata di Eccellenza. A partire dalla vetta. Nel quasi testa coda l’Urbania prima e imbattuta subisce quattro gol dal Chiesanuova, penultimo e reduce da due sconfitte di fila. E poi la Jesina che va a espugnare un campo sempre insidioso come quello di Tolentino imitando il Castelfidardo che un paio di settimane prima aveva rifilato tre gol ai cremisi. Ai leoncelli - che non stavano attraversando sicuramente un periodo felice - basta il guizzo del solito Trudo. Quando segna lui la Jesina vince. Era successo già in casa contro l’Atletico Azzurra Colli. Poi due sconfitte che avevano fatto tornare il malumore nella piazza jesina. "Anche se contro il Montegranaro ci aveva detto male, non meritavamo la sconfitta - le parole di mister Simone Strappini -. A Tolentino la squadra ha offerto un’ottima prestazione e sono contento per i ragazzi, per la società e i tifosi perché è stata una vittoria importante e meritata. Ma adesso dobbiamo pensare alla prossima, contro la Sangiustese". Non vanno oltre il pareggio invece Castelfidardo e Osimana rispettivamente in casa (contro Montefano) e in trasferta (sul campo del K Sport Montecchio Gallo). Due 0-0 che forse accontentano più gli osimani che ci provano maggiormente solo nella ripresa con gli ingressi di Bugaro e Tittarelli. Si ferma invece Alessandroni che non riesce a trovare la quinta realizzazione consecutiva. Anche se il più pericoloso per i senzatesta è un difensore, Labriola, con un colpo di testa nel finale,a seguito di un calcio d’angolo. "Abbiamo invertito la rotta dal punto di vista mentale" ha detto alla fine mister Stefano Senigagliesi, ma bisognerà iniziare a farlo ora anche in classifica magari osando di più a partire da domenica quando al Diana salirà il Montegranaro. Non vince da due turni il Castelfidardo al secondo pareggio di fila interno senza segnare. Ma la squadra di Giuliodori è l’unica formazione imbattuta nel massimo campionato regionale "È stata una partita molto intensa, ho poco da rimproverare ai miei ragazzi. Ci è mancato il gol e c’è un po’ di rammarico perché la squadra ha creato e difeso molto bene". Ai fidardensi forse è mancata anche un pizzico di fortuna. Con quel palo di Piazze colpito alla mezz’ora della ripresa che forse avrebbe regalato i tre punti ai biancoverdi che nel prossimo turno saranno di scena sul campo del sorprendente Chiesanuova.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su