Cassata, Nagy ed Elia sono brillanti. Hristov leader in difesa sfiora la rete

Salvatore Esposito recupera decine di palloni, Verde illuminante, Falcinelli combattivo, Nikolaou c’è

di FABIO BERNARDINI -
17 marzo 2024
Cassata, Nagy ed Elia sono brillanti. Hristov leader in difesa sfiora la rete

Hristov colpisce di testa, il pallone esce di poco a fil di palo (foto Patrizio Moretti)

ZOET s.v.: inoperoso per l’intero arco della gara, solo un brivido sul palo di Girma.

MATEJU 6,5: dirottato al centro destra, coadiuva ottimamente Hristov nella marcatura di Gondo, con un occhio agli inserimenti di Girma. Una sola sbavatura proprio sull’attaccante svizzero, lasciato libero di colpire con la sfera a incocciare il palo.

HRISTOV 7: comanda da vero leader la difesa, spiccando per anticipi di testa e di piede su Gondo. Imprecazioni a non finire per il suo colpo di testa a botta sicura che fa la barba al palo.

NIKOLAOU 6,5: gara di gran temperamento, provvidenziale il suo intervento decisionista a spedire la sfera in angolo sul palo di Girma.

CASSATA 7: in gran spolvero fin dalle prime battute, coniuga ottimamente la fase propositiva e quella di interdizione, regalando a Verde un assist perfetto non concretizzato dal napoletano. Mani nei capelli sulla sua conclusione ravvicinata parata da Satalino e sul suo destro respinto dallo stesso estremo difensore granata. Delizioso il suo passaggio telecomandato a Falcinelli. Peccato l’ammonizione che gli costerà la squalifica nel match-salvezza contro l’Ascoli (81’ VIGNALI 6: qualche errore inframmezzato dal gol dell’ex, annullato dall’arbitro).

NAGY 7: un soldatino macinatore di chilometri che a tratti impreziosisce la manovra con tecnica pura, da stropicciarsi gli occhi il suo colpo di tacco smarcante a Cassata a innestare una bellissima azione di contropiede (91’ MORO s.v.).

ESPOSITO S. 6,5: metronomo del centrocampo, recupera decine di palloni alternando buone giocate a qualche imprecisione in fase di impostazione.

ELIA 7: una spina nel fianco della difesa granata quando accelera incuneandosi con progressioni di pura tecnica. Urlo strozzato in gola per il suo destro deviato in angolo da Satalino. Ottimo in fase difensiva.

VERDE 6,5: prova il colpo ad effetto sul filtrante di Cassata con la sfera a lambire il palo, due i passaggi illuminanti all’indirizzo dello stesso Cassata senza esito.

JAGIELLO 6: preziosi i suoi inserimenti tra le linee al pari dei ripiegamenti difensivi (71’ BANDINELLI 6: si cala nel clima da battaglia).

FALCINELLI 6,5: consueto contributo di combattività ad oltranza coniugato a intelligenza tattica, sfiora il gol con un diagonale di poco a lato e una deviazione di prima intenzione respinta da Satalino (71’ ESPOSITO F. 5: non incide, la sua spinta su Rozzio è determinante per l’annullamento del gol aquilotto).

ALL. D’ANGELO 7: la sua squadra domina in lungo e in largo, creando ben sette occasioni da gol che un po’ per la sfortuna, un po’ per la bravura di Satalino non si concretizzano. Un vero peccato il mancato successo, meritatissimi gli applausi finali dei mille tifosi aquilotti al seguito. Con questo spirito e questo gioco la salvezza diretta è possibile.

ARBITRO SANTORO 7.5: direzione di gara all’altezza, sfoggia ottima personalità.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su