Ternana senza paura a Venezia. Breda: "Entusiasmo e motivazioni"

Oggi (ore 14) i rossoverdi affrontano un’altra big. Prima chiamata per il nuovo arrivato Sgarbi

di AUGUSTO AUSTERI -
27 gennaio 2024
Ternana senza paura a Venezia. Breda: "Entusiasmo e motivazioni"
Ternana senza paura a Venezia. Breda: "Entusiasmo e motivazioni"

Un’altra big per le Fere. Superato a pieni voti l’ostacolo-Cittadella, oggi c’è il Venezia al "Penzo". Nell’ultimo periodo i lagunari hanno rallentato, soprattutto a causa di un’eccessiva vulnerabilità in fase difensiva. In questo mese il gruppo rossoverde è cambiato in modo progressivo e notevole. Questo ha inevitabilmente comportato alcune difficoltà in più per il lavoro settimanale: "Sono problemi che stanno avendo forse tutte le squadre tranne il Parma – spiega Roberto Breda – ed è importante che i ragazzi riescano a mantenere la dovuta concentrazione sulla partita, nel rispetto di tutti. Il Venezia ha grandi valori, non è nel miglior momento e in campo potrebbe cambiare qualcosa. Dobbiamo in ogni caso dare seguito a quanto fatto con il Cittadella. Al posto di alcuni giocatori veloci abbiamo ora elementi più strutturati. C’è quindi la necessità di adattarsi a modifiche in ogni reparto. Potremo giudicare il mercato tra un paio di mesi, ma è certo che sono arrivati tanti ragazzi interessanti". La Ternana ha battuto con merito il Cittadella che da tempo sembrava insuperabile. In settimana c’è stato il rischio di un eccessivo entusiasmo nel gruppo? "Il ragazzi devono ricordarsi dov’erano quattro mesi fa e mantenere quello spirito di rivalsa. L’entusiasmo non è un fattore negativo, considerando che la nostra età media è bassa. Puoi fare la migliore o peggiore settimana di lavoro dell’anno, ma alla fine conta solo il fischio finale dell’arbitro. O meglio, contano le varie partite che ci sono nella stessa partita, come visto contro Bari e Cittadella. Dobbiamo coinvolgere più teste per essere sempre tutti al massimo delle motivazioni". Se il Venezia adotterà la difesa a tre, si giocherebbe "a specchio": "Al di là del modulo, credo che attaccheranno sempre con due attaccanti e due esterni alti. Qualcosa può cambiare in mezzo – conclude il tecnico – dove sarà necessaria la volontà di vincere i duelli e saper gestire le transizioni". Al "Penzo", ci saranno 345 tifosi rossoverdi.

Le scelte. I convocati di Breda sono 23. Prima chiamata per il nuovo arrivato Sgarbi. Restano indisponibili N’Guessan, Viviani, Marginean e Garau. Probabile conferma dell’undici schierato contro il Cittadella, con il dubbio Mantovani-Capuano. Nel Venezia ci sono un paio di ballottaggi: Candela-Svoboda in difesa, Gytkjaer-Johnsen in attacco.

Mercato. Il Santos sembra vicino all’accordo con l’Inter per ingaggiare Gabriel Brazao (2000) che dunque lascerebbe la Ternana. Il diesse rossoverde Stefano Capozucca potrebbe rimpiazzarlo con Denis Franchi (2002) del Burnley che ha militato anche nelle giovanili dell’Udinese e del PSG.

COSI’ IN CAMPO

Stadio "Luigi Penzo", ore 14.

VENEZIA (3-5-2): Joronen; Altare, Svoboda, Sverko; Candela, Busio, Tessmann, Ellertsson, Zampano; Pohjanpalo, Gytkjaer. All.: Vanoli.

TERNANA (3-5-2): Iannarilli; Sorensen, Mantovani, Lucchesi; Casasola, de Boer, Faticanti, Pyyhtia, Carboni; Pereiro, Raimondo. All.: Breda.

Arbitro: Fabbri di Ravenna.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su