Vis, Fabrizio Salvatori promuove Stellone: "Ottima scelta, con lui al Toro salimmo in A"

L’ex diesse della Vis e di grandi club: "Lo ingaggiai in pochi giorni quando Cairo rilevò i granata dal fallimento e fece molto bene" .

4 aprile 2024
Vis, Fabrizio Salvatori promuove Stellone: "Ottima scelta, con lui al Toro salimmo in  A"

Stellone al lavoro al «Benelli», rigorosamente a porte chiuse per concentrarsi meglio in questo finale determinante di stagione

Fabrizio Salvatori, ex direttore della Vis, ma anche di Torino, Bologna, Perugia, Trapani e Padova e Modena, conosce bene l’allenatore della Vis Stellone: è stato infatti un suo giocatore nel primo Torino di Cairo.

Salvatori, ci racconti Stellone

"Cairo rilevò il Torino fallito e la Lega aprì per noi una finestra di mercato di una settimana. Fu allora che, con Di Biagio allenatore, portai Stellone in granata e vincemmo il campionato salendo in serie A. Le altre punte erano Muzi e Fantin. Stellone veniva da una annata non brillantissima ma da noi fece molto bene. La Vis ha fatto un’ottima scelta, sia come persona che come uomo di calcio: prima calciatore e ora tecnico".

Cosa può portare come allenatore alla Vis?

"Sicuramente l’esperienza. Come allenatore era partito benissimo vincendo campionati con il Frosinone, penso che avrà tante motivazioni. Ha in mano una buona squadra. Il problema è che se vai a finire nei playout, poi diventa un terno al lotto. Ci sono poche partite per fare bene, non so quali siano i problemi della Vis, ma sicuramente gliene avranno parlato e li starà già affrontando alla sua maniera"

Ha visto la Vis quest’anno e che impressione le ha fatto?

"Sì, è una squadra che non doveva essere in quella posizione, poi il calcio è fatto di episodi fortunati o meno, e non mi riferisco alla gara con la Lucchese che è una buona squadra con ottime individualità che hanno fatto la differenza domenica scorsa. Mi riferisco invece alle forse troppe disattenzioni, anche nel finale, delle precedenti gare, che sono costate a Pesaro punti preziosi. A Recanati, ad esempio, la Vis ha perso malissimo, facendosi gol da sola. Togli due punti e loro e aggiungili alla Vis e la classifica già cambia"

Domenica la Vis è a Rimini: che derby sarà?

"Il Rimini ha fatto risultati strani, è un derby, ci può stare tutto. Certo, la Vis deve avere la massima determinazione per vincere, ma potrebbe bastare anche un pareggio, bisogna vedere anche quello che fanno gli altri. Non dipende solo dalla Vis"

Ancona, Spal, Recanati, chi rischia di più?

"Ancona e Spal hanno organici importanti, la Recanatese sulla carta delle tre è la maggior indiziata per i playout, ma tutto può accadere fino alla fine, anche con il Perugia, prossimo avversario della Vis in casa, squadra che ha alternato risultati buoni ad altri meno".

d.e.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su