Ciclismo, Giro della Toscana femminile: le novità

La gara dal 29 agosto al primo settembre

di ANTONIO MANNORI -
30 maggio 2024
Da sx Brunello Fanini con Francesco Moser

Da sx Brunello Fanini con Francesco Moser

Lucca, 30 maggio 2024 - Mancano tre mesi al Giro della Toscana femminile ma filtrano le prime indiscrezioni sull’edizione 2024 prevista dal 29 agosto al primo settembre. Brunello Fanini, direttore dell’organizzazione assieme ai suoi collaboratori sta definendo il tutto. Le tappe della gara che ricorderà l’indimenticabile Michela Fanini e la sua mamma Gulietta saranno quattro con una cronometro individuale e tre frazioni in linea, e per la prima volta in 28 edizioni, ci sarà una madrina e un ospite d’onore. La madrina sarà Mara Mosole, mentre il ruolo di “special guest” sarà affidato al campionissimo Francesco Moser, da sempre vicino al ciclismo in rosa, che non ha certo bisogno di presentazioni.

Mara (56 anni, di origini trevigiane), per chi non la conoscesse, vanta una carriera breve ma intensa cominciata nel 1984, quando vinse il campionato nazionale allievi su strada; fra le senior per lei sono arrivati una serie di prestigiosi piazzamenti, spesso alle spalle della grande Maria Canins, e numerosi successi in giro per l’Italia e l’Europa… fra questi da segnalare una tappa della Coppa dell'Adriatico dell’86 davanti alla forte olandese Monique Knol e ad una delle migliori azzurre di sempre Imelda Chiappa. La Mosole e Moser accompagneranno la carovana del “Toscana” dall’inizio alla fine incontrando gli sportivi, presentando libri sullo sport delle due ruote e partecipando ad alcuni eventi come l’inaugurazione del “Museo della Storia del Ciclismo Quarratino” in programma il 30 agosto proprio nel giorno della partenza della tappa Quarrata-Serravalle Pistoiese che è una delle prime frazioni ad essere state riconfermate. “Sono molto felice – ha sottolineato patron Brunello Fanini – che sia Mara che Francesco, con i quali ci lega una lunga amicizia, abbiano subito accettato questa mia proposta. Una notizia che mi apre il cuore in una edizione particolare dove oltre a mia figlia Michela viene ricordata anche mia moglie Giulietta scomparsa da poco”. Per il resto possiamo anticipare che il parco delle concorrenti è praticamente quasi concluso e che resta indissolubile il rapporto di collaborazione con i ragazzi del Centro di Riabilitazione della Fondazione Maic di Pistoia che da anni realizzano vere e proprie opere d’arte che vanno in premio (e sono molto apprezzate) alle vincitrici di tappa e alla “Granduchessa di Toscana”.

I dettagli delle varie tappe con il calendario completo verranno svelati nei prossimi giorni; la presentazione del “Toscana” 2024 è in programma per metà agosto.                           Antonio Mannori  

Continua a leggere tutte le notizie di sport su