Ciclismo: dopo 9 anni torna il Giro d'Italia in Valdera

Con la frazione da Viareggio a Rapolano Terme si attraversa gran parte della provincia di Pisa

di ANTONIO MANNORI -
14 ottobre 2023
La tappa Viareggio-Rapolano Terme

La tappa Viareggio-Rapolano Terme

Pontedera,14 ottobre 2023 - Dopo 9 anni il Giro d’Italia tornerà a transitare sulle strade della Valdera con l’entrata della corsa rosa nella zona di Pontedera e l’uscita dalla provincia di Pisa, dopo essere transitato da Volterra. L’ultimo ricordo con il Giro, quello del 14 maggio 2015 con la tappa Montecatini Terme-Castiglione della Pescaia vinta in volata dal tedesco Andrè Greipel, mentre il Giro fu vinto dallo spagnolo Alberto Contador.

Nel 2024 la tappa interamente toscana con partenza da Viareggio (venerdì 10 maggio), percorrerà più o meno lo stesso itinerario pisano. Allora l’ingresso in provincia fu a Bientina, questa volta sarà nella zona di San Giuliano Terme, per poi transitare da Cascina, Fornacette, Pontedera, Ponsacco, Peccioli, La Sterza, Volterra per proseguire con l’entrata in provincia di Siena, le salite della Bertesca e di Grotti e per finire due tratti di strade bianche per 12 km con l’arrivo a Rapolano Terme. Il passaggio del Giro costituisce sempre uno spettacolo affascinante, chiama la gente ad uscire di casa per assistere al passaggio dei corridori.

Una vetrina eccezionale per far conoscere le bellezze dei territori attraversati, che si colorano di rosa con striscioni, drappi, bandierine, disegni e figure, e con una robusta ricaduta sul turismo. Benvenuto dunque al prossimo Giro d’Italia appena presentata al VI° Festival dello Sport di Trento. Un Giro d’Italia meno duro che in passato, con un disegno più tradizionale. I metri complessivi di dislivello sono 42.900 contro i 51.400 della scorsa edizione. Anche il chilometraggio è contenuto: la media è di 157,9 chilometri, solo quattro volte si superano i 200 chilometri e la tappa più lunga arriva a 220 km.

Antonio Mannori  

Continua a leggere tutte le notizie di sport su