Moto gp, ufficiale il passaggio di Luca Marini nel team Honda Repsol

Il fratello di Vale sostituisce Marc Marquez in Honda: è ufficiale il passaggio del pilota Academy con un biennale nel team Repsol

di MANUEL MINGUZZI -
27 novembre 2023
Luca Marini
Luca Marini

Valencia, 27 novembre 2023 - La notizia era dell’aria ma ora è ufficiale: Luca Marini sarà, già a partire da martedì con i test di Valencia, un pilota ufficiale Repsol Honda. Il fratello di Valentino Rossi ha chiuso con anticipo il suo legame con il team Mooney e accettato l’offerta di Honda con un contratto biennale, allo scopo di rilanciare le sorti dell’ala dorata priva del suo leader naturale Marc Marquez. Quella dei test sarà dunque una giornata di grandi novità, con il pilota spagnolo che salirà per la prima volta sulla Ducati e Marini che testerà la Honda in vista dell’annata 2024.

Contratto biennale

“Honda Racing Corporation è lieta di annunciare la firma di Luca Marini per le stagioni 2024 e 2025 del Campionato del Mondo MotoGP - si legge nella nota dei giapponesi - Il 26enne è entrato nella classe regina nel 2021 dopo aver ottenuto sei vittorie e 15 podi nel Campionato del mondo Moto2, finendo secondo nel 2020. Da quando è entrato nella classe regina, Marini ha conquistato due podi nei Gran Premi, due pole position e quattro Podi nello sprint nel 2023. Affiancherà Joan Mir nel Factory Team con un contratto biennale”. Due anni per Marini in Honda e la possibilità per l’ala dorata di portarsi in casa l’esperienza vissuta dal pilota in Ducati, ora moto leader al mondo. Una sorta di colmo per il Dottore che vede il fratello andare a sostituire l’acerrimo rivale Marc Marquez. Marini sarà subito in sella alla RC213V nei test di Valencia a chiusura dell'annata e viene dal suo miglior campionato in Moto gp con l’ottavo posto nel mondiale e sei podi totali tra gare lunghe e sprint race. Ma più di ogni altra cosa, Honda punta sulla sua capacità di collaudatore, perché Marini conosce bene il mondo Ducati e può trasportare in Giappone qualche segreto oltre a una grande capacità di sviluppare la moto. Il passaggio ha del clamoroso, ma il sogno del fratello di Valentino è sempre stato quello di guidare una moto ufficiale e ora potrà farlo. La Honda, oltre alla conoscenza di Marini, può anche sfruttare le concessioni che Dorna lascerà ai team giapponesi che dunque potranno cercare di colmare il gap con Ducati e KTM, prima e seconda forza del campionato. Sorpreso, fino a un certo punto, Vale Rossi, che ha commentato così il passaggio del fratello in Honda: “E’ stato uno choc - le sue parole a Sky - Era bello vederlo davanti e protagonista con il nostro team e le nostre moto, ma ha auto questa occasione in Honda ufficiale e io sono suo grande tifoso. Lo aiuterò il più possibile”. Scelta comunque coraggiosa quella di Luca che lascia la moto migliore al mondo per le incognite della Honda che è lontana anni luce dai tempi d’oro di Marc Marquez: “La Honda è la Honda, poi i giapponesi, anche Yamaha, avranno degli aiuti non possono permettersi di soffrire così. Marini è un ottimo collaudatore e sarà già interessante vedere cosa farà nei test”. Martedì 28 novembre, infatti, in diretta su Sky, i primi test in ottica 2024 sempre a Valencia, prima della pausa invernale e delle vacanze. Marquez salirà sulla Ducati Gresini, Marini sulla Honda Repsol, ma attenzione anche ad Alex Rins che guiderà la Yamaha ufficiale e Franco Morbidelli che salirà sulla Ducati Pramac lasciata libera da Zarco (diretto in Honda Cecchinello).

Leggi anche - Bagnaia show, gli anelli e la schiacciata: la celebrazione del titolo

Continua a leggere tutte le notizie di sport su