Sci, Yule trionfa nel caldo di Chamonix: “Avevo già fatto la borsa per tornare in hotel”

Lo svizzero vince una gara falsata dal caldo e compie la più grande rimonta di sempre: trentesimo a primo

di MANUEL MINGUZZI -
4 febbraio 2024
Daniel Yule
Daniel Yule

Chamonix, 4 febbraio 2024 - Il cambiamento climatico è un fattore ormai da tenere in grande considerazione. Cinque gare su sei cancellate nel weekend e la sesta falsata dalle alte temperature e un pista impraticabile. Infatti è successo l’incredibile, cioè la più grande rimonta di sempre nella storia della Coppa del mondo con la vittoria a Chamonix di Daniel Yule che era trentesimo dopo la prima manche. Un grave errore nel finale della prima sembrava averlo condannato alla mancata qualificazione per la seconda, invece la fortuna lo ha assistito e il caldo ha fatto il resto, rendendo la pista improponibile per tutti i migliori. E lo svizzero aveva già preparato il borsone per tornare in hotel…  

Yule: “Ero pronto a rientrare, è successo l’incredibile”

Settimo trionfo in carriera per Daniel Yule, ma la Fis dovrà iniziare a prendere sul serio i problemi climatici che ormai imperversano anche in inverno. La pista di Chamonix si è letteralmente sgretolata nella seconda manche dopo pochi passaggi e tutti i migliori della prima non hanno avuto modo di competere per la vittoria, pur senza commettere errori. Così ne ha approfittato Yule, che pensava di essere ormai eliminato dopo la brutta prima manche. No, perché ha trovato l’ultimo tempo utile di qualificazione e nella seconda ha sfruttato la pista intonsa, lasciando agli altri le buche e tutte le difficoltà del caso. E’ la più grande rimonta di sempre in Coppa de Mondo: “Dopo la prima manche avevo già fatto la borsa per rientrare in hotel - le sue parole alla Fis - Sono stato fortunato a rimanere in trentesima posizione e nella seconda ho sciato bene. Dopo è stata lunga aspettare”. L’attesa, però, è valsa il successo anche se lo svizzero non pensava di risalire così tanto: “E’ incredibile quanto è successo - ancora Yule - Non pensavo di qualificarmi dopo la prima e comunque non pensavo di rimontare così tanto. Al massimo credevo in una top ten e non ho mai pensato di poter vincere”. Doppietta svizzera a Chamonix con il secondo posto di Loic Meillard a 16 centesimi, poi terzo il padrone di casa Clement Noel che era in testa dopo la prima manche. L’Italia ha visto chiude in top ten Alex Vinatzer in decima piazza con una rimonta di undici posizioni nella seconda run: “La pista si è scaldata tanto e chi si è piazzato meglio nella prima manche ha dovuto fare grandi manche per stare davanti. Yule, con il primo pettorale ha approfittato al massimo della situazione. Per quello che mi riguarda, ho fatto qualche piccolo errore, credo che per la mia stagione non sia un brutto risultato e ora guardo avanti”. Resta però il problema meteo, che in qualche modo dovrà essere arginato pensando, sul serio, a qualche gara anche in Sudamerica. Sarebbe un cambiamento radicale, ma quanto mai necessario visto il trend ormai consolidato di innalzamento delle temperature. La Coppa del mondo non lo ha mai fatto, tuttavia le esigenze sembrano richiederlo.

Leggi anche - Yule vince nel caldo: che rimonta nella seconda manche

Continua a leggere tutte le notizie di sport su