La Lube lavora in palestra. Il primo giorno di Anzani

Il centrale ha iniziato ad allenarsi dopo il tanto atteso via libera dei medici. Stasera compagni di club contro in Italia-Francia, semifinale degli Europei.

14 settembre 2023
La Lube lavora in palestra. Il primo giorno di Anzani
La Lube lavora in palestra. Il primo giorno di Anzani

Ore di belle notizie in casa Lube. Nel mercoledì che ha segnato il ritorno sui banchi per migliaia di studenti, c’è stato il primo giorno di… scuola anche per Simone Anzani. Ieri pomeriggio infatti il centrale si è rivisto in palestra, tornato ad allenarsi dopo lo stop per problemi cardiaci che aveva avuto a fine giugno. Più che un rientro un vero debutto, perché il 31enne si è aggregato ai compagni in biancorosso che stanno svolgendo il ritiro già dal 21 di agosto. Comunque il ritorno alla felicità, come Simone ci aveva detto intervistato dopo l’ablazione ed in attesa della prova da sforzo con i medici del Coni che martedì finalmente gli ha dato il via libera. E oggi, da vice capitano azzurro, tiferà per l’Italia. Sì perché proprio da martedì sera la Lube sa che avrà almeno un rappresentante nella finale degli Europei, o Balaso (più Bottolo che però ultimamente non sta giocando) oppure Chinenyeze. Basterà attendere la fantastica semifinale che alle 21.15 vedrà la nostra Italia dell’ex biancorosso De Giorgi, gruppo campione d’Europa e del mondo in carica, contro la Francia campione olimpica allenata da Giani. Si giocherà a Roma con diretta su Rai2 e Sky Sport Uno.

Gli azzurri ci sono arrivati dopo la palpitante maratona che ha fatto esplodere il PalaFlorio di Bari contro l’Olanda di coach Piazza e soprattutto dello scatenato Abdel Aziz, autore di 31 punti, il 58% e ben 5 ace tutti sparati intorno ai 130 kmh. Anche Balaso ne ha fatto un po’ le spese (comunque 35% di ricezione perfetta), ma il libero della Lube è stato straordinario in fase difensiva annullando parecchi attacchi. La formazione transalpina ha invece steso 3-0 la Romania con 9 punti, il 78% e un muro per Chinenyeze. In caso di vittoria italiana, come ci auguriamo, la Lube avrà due propri atleti in finale, altrimenti solo "Babar".

L’altra semifinale verrà giocata sempre oggi alle 18 e sarà tra Polonia e Slovenia. Quest’ultima ha eliminato l’Ucraina e cerca la terza finale continentale di fila dopo averne perse due, mentre la Polonia ha estromesso la Bulgaria 3-1 con Leon in panca e un terzo set memorabile terminato 36-34.

Andrea Scoppa

Continua a leggere tutte le notizie di sport su