"Megabox, voglio di più". Pistola invoca personalità

Il coach: "Ancora una volta non siamo riusciti a fare il salto di qualità"

30 gennaio 2024
"Megabox, voglio di più". Pistola invoca personalità
"Megabox, voglio di più". Pistola invoca personalità

Chieri non fa sconti alla Megabox (3-0). Coach Andrea Pistola analizza la sconfitta: "La partita era difficile, avevamo di fronte una squadra forte e in grande forma, reduce dall’impresa di Novara in Coppa Italia, che ci ha creato grandi difficoltà in ricezione". Il tecnico biancoverde va nel dettaglio: "Detto questo, quello per cui ho grande rammarico è che non abbiamo dimostrato alcuna capacità di reazione, dimostrando troppa arrendevolezza, pur davanti ad un grande avversario". L’allenatore delle tigri questa volta è duro: "Ancora una volta la squadra non è riuscita a fare il salto di qualità a livello di personalità. Torneremo a lavorare sui noi stesse durante la settimana: in partite come quella di domenica bisogna gettare in campo tutto il coraggio di cui si è capaci".

Contro Chieri ancora una prova maiuscola di Camilla Mingardi che purtroppo non è bastata per farsi valere dalle padrone di casa sempre al comando e mai con cedimenti. La migliore realizzatrice della partita con 18 punti e il 45% in attacco dice: "Il nostro rammarico più grande non è tanto il risultato, perché sapevamo benissimo che Chieri è in un momento di piena forma, ed ha giocatrici di grande qualità, ma l’atteggiamento che abbiamo messo in campo. Siamo entrate al 60% e queste partite qua le vinci con il 110%, non con il 60% o il 70%".

La lanciatissima squadra locale, sulle ali dell’entusiasmo delle ultime vittorie, ha saputo scoraggiare sin dall’inizio le velleità della troppo timida formazione pesarese, mai veramente in partita lungo tutti i tre set. Intanto, Pinerolo è riuscita ad espugnare Busto Arsizio solo al tie-break, rimontando da 0-2, mentre il Bisonte è stato sconfitto in quattro set a Roma. Ora Pinerolo è di nuovo sesta da sola a +2 su Megabox e Bisonte, ma Roma è tornata minacciosamente a sole due lunghezze dalle tigri. La lotta per la qualificazione ai playoff è tornata caldissima. Il team del presidente Ivano Angeli comunque non si scoraggia. All’orizzonte c’è la gara casalinga di sabato 3 febbraio alle 20,30 contro Busto Arsizio. Davanti al proprio pubblico le marchigiane nell’ultimo periodo hanno firmato grandi prestazioni. Si tratta solo di riordinare le idee e soprattutto credere maggiormente nelle proprie capacità.

Beatrice Terenzi

Continua a leggere tutte le notizie di sport su