Monza sogna. Rivincita su Civitanova: "Gioia indescrivibile»

La Mint Vero Volley Monza ha raggiunto per la prima volta la Final Four di Coppa Italia, dopo aver eliminato i vice-campioni d'Italia della Cucine Lube Civitanova. La squadra brianzola si prepara ora a due trasferte ravvicinate e alla Challenge Cup.

di ANDREA GUSSONI -
5 gennaio 2024
Rivincita su Civitanova: "Gioia indescrivibile"
Rivincita su Civitanova: "Gioia indescrivibile"

La Mint Vero Volley Monza ha scritto un’altra pagina di storia: il 27 gennaio infatti prenderà parte per la prima volta all’Unipol Arena di Casalecchio di Reno (Bologna) alla Final Four di Coppa Italia, dopo aver eliminato mercoledì sera nei quarti di finale i vice-campioni d’Italia della Cucine Lube Civitanova. Basterebbe già questo a sottolineare l’importanza dell’impresa dei brianzoli che però, davanti ai 2.500 tifosi accorsi all’Opiquad Arena, si sono davvero superati, tornando quelli ammirati nella prima parte di stagione con una rimonta su cui dopo un set e mezzo in pochi avrebbero scommesso.

Tre giorni prima, sempre contro gli uomini di Gianlorenzo Blengini, nella prima giornata di ritorno di Superlega era arrivata una sconfitta abbastanza netta, complici i troppi errori commessi in attacco già costati carissimo in casa di Cisterna. Nella sorta di rematch andato in scena due giorni fa, il primo set è sembrato poter essere ancora decisivo in negativo, con gli uomini di coach Massimo Eccheli che non hanno sfruttato sette palle per portarsi sull’1-0, arrendendosi ai vantaggi. Sul 9-12 nel secondo parziale in molti avrebbero alzato bandiera bianca, concentrandosi sui prossimi impegni, ma non Ran Takahashi. Lo schiacchiatore giapponese arrivato in estate da Padova, ha ribaltato tutto a suon di servizi vincenti e Civitanova, che ha forse alzato le mani troppo presto dal manubrio, è stata ribaltata ed eliminata, confermando di essere ormai spesso e (mal) volentieri in difficoltà quando si trova a giocare contro la formazione maschile del Consorzio.

Sugli scudi anche Gianluca Galassi che coi suoi muri ha dato un contributo fondamentale: "Sono state due partite molto diverse tra loro, queste giocate contro Civitanova - ha sottolineato il centrale della Nazionale -. È molto bello per me, che sono qui da cinque anni, raggiungere un traguardo del genere. Un appuntamento che mancava a questa società ed è bello essersi tolti una soddisfazione. Giocare davanti a questo pubblico, sapendo che una vittoria poteva portare alle Final Four di Coppa Italia è un’emozione indescrivibile". Galassi c’era anche nel 2021, quando Monza dopo aver raggiunto le semifinali scudetto partecipò anche alla Supercoppa. Curiosamente, vinse anche allora 3-1 contro Civitanova e, tanto per cambiare, si trovò poi davanti l’Itas Trentino. I campioni d’Italia in carica, autentica bestia nera dei brianzoli, saranno i favoriti anche tra tre settimane in terra felsinea, dove servirà un’impresa per arrivare a giocarsi la coccarda tricolore la domenica.

Il 27 gennaio, però, è ancora lontano, con Monza che nei prossimi giorni sarà impegnata in due trasferte ravvicinatissime. Si comincerà domenica con una missione quasi impossibile in casa della Sir Susa Vim Perugia, che ha già dovuto fare i conti con una sconfitta con l’Allianz Milano. Con l’umore tornato altissimo e senza nulla da perdere, Monza potrebbe fare male a una squadra che sarà ancora priva del suo bomber (sul piede di partenza) Leon e che per questo punterà ancora forte sul grande ex Oleh Plotnytskyi, Mvp del mese di novembre oltre che del Mondiale per Club. Martedì si tornerà in campo per la Challenge Cup, la terza competizione europea che Monza punta senza mezzi termine a vincere: l’andata dei quarti si giocherà sul campo dei bulgari del Levski Sofia. L’obiettivo è far saltare il fattore campo ipotecando il passaggio del turno, come già successo contro Sporting e Panathinaikos.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su