Volley femminile: Scandicci ko con Milano alle Final Four. Savino, cuore e grinta. L’addio è al tie-break

La Savino Del Bene Scandicci perde al tie break contro l'Allianz Vero Volley Milano in semifinale di Coppa Italia Frecciarossa, nonostante una partita equilibrata e emozionante. Folie e Egonu brillano, ma Antropova segna 29 punti per Scandicci.

18 febbraio 2024
Savino, cuore e grinta. L’addio è al tie-break

La Savino del Bene chiude l’avventura nella Final Four contro Milano, ma si arrende solo al quinto (3-2) e al termine di. una partita da applausi

ALLIANZ MILANO

3

SAVINO DEL BENE

2

ALLIANZ VERO VOLLEY MILANO: Cazaute, Malual 1, Heyrman n.e., Folie 18, Orro, Prandi, Pusic (L2) n.e., Rettke 14, Bajema n.e., Sylla 11, Egonu 25, Daalderop 13, Candi n.e., Castillo (L1). All.: Gaspari M.

SAVINO DEL BENE SCANDICCI: Alberti n.e., Herbots 12, Zhu Ting 7, Ruddins 2, Di Iulio, Villani 3, Ognjenovic, Parrocchiale (L1), Armini n.e., Nwakalor 10, Washington (L2), Carol 8, Antropova 29, Diop. All.: Barbolini M.

Arbitri: Florian - Brancati - Cesare

Parziali: 21-25, 25-16, 25-17, 14-25, 15-10

La sconfitta al tie break dopo un primo set giocato benissimo e aver riagguantato il 2-2 con un quarto parziale dominato dall’inizio alla fine lascia sicuramente l’amaro in bocca alla Savino Del Bene Scandicci che si arrende in semifinale di Coppa Italia Frecciarossa all’Allianz Vero Volley Milano al termine di una partita giocata alla pari, che avrebbe potuto anche vincere. È stato un match avvincente, spettacolare ed emozionante che ha elettrizzato i 5.500 spettatori del PalaTrieste, con le due squadre che hanno lottato su ogni palla alternando pregi e difetti, punti bellissimi a qualche errore di troppo. L’avvio è tutto dello Scandicci che dal 6 pari in poi si mantiene al comando, con una Antropova strepitosa che realizza 11 punti, con 2 ace; Egonu risponde con 8 ma sembra non tenere il passo delle biancoblù. Il secondo è tutta un’altra musica, Milano si sveglia con una difesa più attenta e un muro più solido, con Folie in grande evidenza (4 punti in attacco con il 100% e 2 muri). Idem nel terzo, con Orro in regia e l’attacco infuocato. Quando il match sembra già in dirittura d’arrivo, la Savino Del Bene ritrova sé stessa. Con un quarto set da manuale e una Herbots in stato di grazia conquista il 2 pari. Si va così al tie break, fino a 6-6 le squadre procedono punto a punto, poi Milano scappa (oggi in finale con Conegliano) e lo Scandicci resta a bocca asciutta. Folie, 18 punti (55% di efficienza e 5 muri) è MVP, Egonu 25; Antropova, con 29, è top scorer. Ma purtroppo non basta.

Franco Morabito

Continua a leggere tutte le notizie di sport su