Volley femminile, Vero Volley Milano si illude ma poi cede 3-1: Conegliano campione d’Italia

Nella decisiva gara 5 le lombarde partono forte ma la rocambolesca sconfitta nel secondo set taglia le gambe e ribalta l’inerzia dell’incontro a favore delle padrone di casa

di ANDREA GUSSONI -
15 maggio 2023
La gioia di Conegliano

PROSECCO DOC IMOCO CONEGLIANO - VERO VOLLEY MILANO PALLAVOLO CAMPIONATO ITALIANO VOLLEY SERIE A1-F 2022-23 PLAYOFF SCUDETTO FINALE GARA 5 VILLORBA (TV) 15-05-2023 FOTO FILIPPO RUBIN / LVF

Milano – Gara 5 amara per la Vero Volley Milano, sconfitta per 3-1 nella bella che ha deciso la finale scudetto in casa della Prosecco Doc Imoco Conegliano, confermatasi così regina della pallavolo italiana.

In un PalaVerde tutto esaurito (5.344 spettatori) la squadra del Consorzio, reduce dalla dolorosissima sconfitta casalinga di sabato all'Arena di Monza, se l'è giocata per due set prima di crollare sotto i colpi della sorprendente Alexa Gray che uscendo dalla panchina ha ribaltato parziale, partita e serie, regalando il sesto tricolore alle pantere quando ormai sembravano destinate ad abdicare.

L'avvio è stato tutto per le ospiti che sono volate praticamente subito sul +6 grazie a Jordan Thompson. L'opposto statunitense, con la coscia fasciata per un problema muscolare che l'aveva costretta ad alzare bandiera bianca nel secondo set di gara-4, è partita forte, con un parziale da 11 punti ma anche due errori in attacco su altrettanti set point. A regalare lo 0-1 alla formazione del Consorzio ci ha pensato allora Isabelle Haak, poco chiamata in causa e autrice di due battute sbagliate che sono costate carissimo alle pantere, capaci comunque di rimontare da -7 a -1. Proprio la svedese ha cercato di riscattarsi portando per la prima volta le padrone di casa in vantaggio ma ancora Thompson, protagonista anche con un ace, e la capitana Alessia Orro, con un muro a uno perfetto, hanno ribaltato il risultato sul 7-10. I punti di vantaggio sono poi diventati sei, grazie a una delle tante ex come Raphaela Folie ma anche e soprattutto ad una serie incredibile di errori in attacco delle venete che complice una fase divensiva ospite praticamente perfetta sono andate in confusione.

Nel momento più difficile, coach Daniele Santarelli ha pescato però il jolly inserendo Alexa Gray che con 7 punti ha ricucito lo strappo e al secondo set point ha firmato il pareggio. L'1-1 è stato una mazzata per la Vero Volley che nel terzo parziale è scivolata subito indietro: emblematico il muro subito da Thompson per l'11-4. Il gap è arrivato alla doppia cifra prima di un timido tentativo di rimonta che non ha impedito a Conegliano di portarsi in vantaggio nel computo dei set. Nel quarto parziale, Jordan Thompson ha provato nuovamente a caricarsi la squadra sulle spalle ma dall'altra parte Alexa Gray in una di quelle serata che capitano forse una volta nella vita ha proseguito a mettere giù praticamente qualsiasi pallone, colpendo anche ad un occhio con una schiacciata la migliore delle avversarie. Non c'è stata più partita e sulle ali dell'entusiasmo Conegliano ha chiuso i conti, aggiudicandosi una serie bellissima.

PROSECCO DOC IMOCO CONEGLIANO-VERO VOLLEY MILANO 3-1 (23-25, 26-24, 25-17, 25-21)

Continua a leggere tutte le notizie di sport su