Chi è Gabriele Minì, il pilota 19enne che ha vinto il Gp di Monaco di F3

Il driver palermitano ha conquistato pole position e Gara 2 sul tracciato monegasco, fa parte dell'Academy Alpine e ha lo stesso manager di Leclerc

di GIANLUCA SEPE -
27 maggio 2024
Gabriele Minì ha vinto il Gp di Monaco di Formula 3

Gabriele Minì ha vinto il Gp di Monaco di Formula 3

Roma, 27 maggio 2024 – Dal cuore della Sicilia ai grandi circuiti della Formula 1. Gabriele Minì si è confermato uno dei tanti più interessanti del motorsport a ruote scoperte, con il successo nella Feature Race di Montecarlo, nello stesso week end in cui la Ferrari è tornata alla vittoria grazie a Charles Leclerc, che di certo non sono passati inosservati. Classe 2005, da Marineo, provincia di Palermo, il diciannovenne del team Prema ha sempre avuto la stoffa dl campione come confermano i risultati ottenuti in tenera età. L’inizio nei kart, con i primi successi nel 2016 e nel 2017 quando vince il campionato italiano categoria 60mini a cui segue anche il trionfo nel WSK Super Master.

Si affaccia sin da subito alle competizioni europee e diventa vice-campione europeo Fia Karting Junior nel 2018, risultato bissato tra gli adulti nel 2019, a cui segue anche il titolo di miglior debuttante in categoria OK nel 2020.

Arriva intanto anche il debutto nel mondo delle ruote scoperte, con l’esordio nel Campionato Italiano di Formula 4 con il team Prema: l’inizio è da urlo per Minì che vince subito Gara 1 a Misano e arriva secondo in Gara 3. Al termine della stagione, grazie a 4 vittorie, 12 podi e 9 pole position diventa il più giovane a laurearsi campione. Il risultato ha calamitato l’attenzione sul palermitano che entra così nell’orbita della All Road Management, la società di Nicholas Todt, figlio dell’ex team principal Ferrari e presidente FIA, che è manager tra agli altri proprio di Charles Leclerc. Nel 2021 il giovane campione siciliano debutta così in Formula Regional con i colori dl team ART Grand Prix, scuderia fondata proprio da Todt jr insieme a Frederic Vasseur. In due stagioni Minì ottiene un settimo posto figlio di 4 piazzamenti sul podio e nella stagione successiva chiude al secondo grazie a 3 vittorie, 9 podi e 3 pole position. Nel 2023 arriva così un’altra consacrazione, l’ingresso nell’Academy Alpine-Renault ma soprattutto lo sbarco in Formula 3, campionato che condivide le piste con la Formula 1.

La prima stagione lo vede al volante della monoposto del team Hitech GP, con due vittorie rispettivamente a Monaco (dove ottiene anche la pole, bissata proprio quest’anno così come la vittoria) e all’Hungaroring oltre ad un secondo posto in Austria e ad un terzo posto a Melbourne. La stagione lo vedrà terminare con 92 punti e il settimo posto in classifica. Nel 2024 scende anche in pista con ala Formula E grazie al team Nissan durante i Rookie Test di Berlino anche se l’obiettivo rimane la Formula 3: passa al team Prema con il quale rimane sempre in top ten nel prime gare stagionali, arrivando a podio però solo in Gara 2 a Melbourne. Nel Principato una nuova affermazione, con la conquista della pole position nella seconda prova sul tracciato monegasco e una vittoria d’autorità che gli consegna anche la testa della classifica, con 5 punti di vantaggio su Luke Browning (Hitech) e 8 lunghezze su Leonardo Fornaroli (Trident) leader iridato prima del round di Montecarlo.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su