Basket, Serie A: Milano sbanca Pistoia e aggancia Reyer e Virtus. Pesaro in crisi

Continua la rincorsa playoff di Tortona. Vincono anche Trento e Sassari

di MATTEO AIROLDI -
4 febbraio 2024
Matt Mooney
Matt Mooney

Bologna, 4 febbraio 2024 – In attesa del posticipo del diciannovesimo turno del campionato di basket di Serie A che domani alle 20 vedrà la Virtus Segafredo Bologna impegnata sul campo della Nutribullet Treviso, l’EA7 Emporio Armani Milano è riuscita ad approfittare del passo falso di Venezia contro Reggio Emilia e, sbancando 78-72 il campo dell’Estra Pistoia ha colto il quinto sigillo consecutivo in campionato e al tempo stesso agganciato i lagunari e i felsinei a quota 26 punti in classifica. Sul successo in terra toscana dell’Olimpia c’è la firma di Shavon Shields, autore di 17 punti. Dopo aver preso in mano l’inerzia del match nel secondo quarto con un 20-9 di parziale e aver resistito al generoso rientro di Pistoia, a cui non sono bastati i 21 punti di Moore, i 20 di Varnado e i 17 di Willis, l’Olimpia ha definito preso il largo nella quarta frazione con un break di 11-0, che ha spento le ultime resistenze dei padroni di casa. Di grande peso specifico anche il successo ottenuto dalla Givova Scafati, che ha piegato all’ultimo respiro la Carpegna Prosciutto e si è issata al settimo posto al pari della Dolomiti Energia Trentino: rimasta orfana di David Logan – che a inizio settimana è partito improvvisamente per gli Stati Uniti da dove poi ha annunciato il ritiro dal basket giocato con qualche mese di anticipo rispetto al termine della stagione – la formazione campana si è affidata a un Alessandro Gentile da 22 punti. Sotto di sette lunghezze a 6’ dalla fine, dopo aver a lungo inseguito, Scafati ha azzerato il gap e poi messo definitivamente la testa avanti grazie ai punti di Nunge e Reuvers. Dall’altra part, infatti, McDuffie ha sbagliato il tiro del controsorpasso e Pesaro ha quindi incassato il sesto ko di fila. 

Come detto, la Givova è ora appaiata alla Dolomiti Energia Trentino che ha spezzato una striscia negativa di cinque sconfitte sconfiggendo 90-84 la Openjobmetis Varese: sono ben cinque gli uomini finiti in doppia cifra nello scacchiere di coach Paolo Galbiati, tra i quali spicca il neoarrivato Matt Mooney, miglior realizzatore tra i bianconeri con 17 punti. Trento ha saputo rimediare a un primo quarto in salita e nel finale ha piazzato il colpo di reni grazie a un break di 11-0 alimentato dalle triple di Mooney. Tra le formazioni più in forma del momento c’è invece la Bertram Yatchs Tortona che ha messo a segno la terza vittoria di fila battendo a domicilio l’Happy Casa Brindisi 86-77, facendo di riflesso un favore a Treviso e Pesaro che precedono la squadra salentina – ancora fanalino di coda – con due punti di vantaggio: l’accelerata dei piemontesi – ora a due soli punti dal treno playoff – è arrivata nella ripresa, quando è salito in cattedra Leon Radosevic, che ha messo la sua firma sulle triple che hanno permesso a Tortona di prendere in mano l’inerzia del match. Decisivo, però, anche il contributo di Colbey Ross (16 punti) e Kyle Weems (11) per mettere in ghiaccio i due punti. Infine, al PalaSerradimigni è arrivata la prima vittoria della gestione Markovic sulla panchina della Dinamo Banco di Sardegna Sassari, che ha sconfitto 86-80 la Vanoli Cremona. A trascinare i sarrdi al successo ci ha pensato un Vassilis Charalampopoulos da 24 punti con 5/8 nel tiro da tre e Brandon Jefferson (21 punti). 

Continua a leggere tutte le notizie di sport su