Basket, Serie A: Venezia e Brescia chiudono il 2023 in vetta

Dietro resiste la Virtus Segafredo Bologna. Torna al successo Napoli

30 dicembre 2023
Germani Brescia, il coach Alessandro Magro
Germani Brescia, il coach Alessandro Magro

Bologna, 30 dicembre 2023 – Si chiude con la conferma della coppia di testa formata dalla Germani Brescia e dall’Umana Reyer Venezia il 2023 del campionato di Serie A di basket: i biancoblu hanno infatti vinto 72-64 il derby contro un’EA7 Emporio Armani Milano decimata dagli infortuni e reduce dagli impegni di Eurolega: dopo tre quarti giocati sul filo dell’equilibrio, i biancoblù hanno cercato la fuga spingendosi a +10, ma Milano ha retto l’urto rientrando a -3 grazie a Poythress e Napier. Sul più bello, però, la tripla di Bilan ha definitivamente lanciato la Germani verso la vittoria: a griffare il successo di Brescia, ci hanno pensato un CJ Massimburg da 18 punti, Amedeo Della Valle (14 punti) e Miro Bilan (13 punti conditi con 11 rimbalzi). È stata invece una grande difesa a propiziare la quarta vittoria di fila dell’Umana Reyer Venezia, che ha sconfitto a domicilio la Dinamo Banco di Sardegna Sassari 73-62: gli orogranata hanno preso in mano le redini della partita nel secondo quarto, nel quale hanno concesso soltanto 10 punti ai sardi e hanno messo a segno un 13-0 di parziale. Il vantaggio orogranata è quindi cresciuto fino alle 16 lunghezze nel terzo quarto, prima della poderosa reazione di Sassari, la quale non è però più riuscita a piazzare l’aggancio. Ben quattro i giocatori dell’Umana in doppia cifra, guidati da Kyle Wiltjer, autore di 15 punti al pari di Brandon Jefferson, all’esordio in maglia sassarese. 

Dietro al duo di testa resiste la Virtus Segafredo Bologna che, pur con un reparto lunghi ridotto all’osso visto l’ultimo infortunio occorso a Devontae Cacok (possibile lungo stop per lui), ha sconfitto la Carpegna Prosciutto Pesaro – che a sua volta si presentava sotto le “Due Torri” decimata dall’influenza (due soli stranieri a referto) – con un perentorio 83-66. I bianconeri sin dalle prime battute di gara hanno preso in mano le redini del match, ma solo dopo l’intervallo hanno potuto piazzare la spallata che ha fiaccato le generose resistenze della Carpegna Prosciutto, che ha provato ad aggrapparsi a Trevon Bluiett e Leonardo Toté per non capitolare. I biancorossi, però, nulla hanno potuto al cospetto dell’ennesima prestazione straripante di Toko Shengelia, che ha chiuso con un bottino personale di 22 punti, 5 rimbalzi e 4 assist. In quel di Scafati è invece arrivato il terzo successo consecutivo dei campani che hanno battuto 75-62 la Dolomiti Energia Trentino, facendosi trascinare dai 16 punti di Alessandro Gentile e da un Julian Gamble devastante sotto i tabelloni (15 punti segnati e 15 rimbalzi catturati). Al quinto posto, a quota 16 punti al pari di Milano e Reggio Emilia, è salita la GeVi Napoli che ha interrotto una striscia negativa di quattro ko sconfiggendo 81-76 la Bertram Tortona, nel giorno dell’esordio sulla panchina dei piemontesi di coach Walter De Raffaele. Un successo su cui ci sono le firme di Tomislav Zubcic (19 punti), Jacob Pullen e del neoarrivato Markel Brown (16 punti a testa). Dopo quattro successi, si è invece fermata la corsa della Nutribullet Treviso, superata 89-86 dall’Estra Pistoia, la quale è stata sospinta dalle giocate decisive di Payton Willis (17 punti segnati al pari di Derek Ogbeide, che ha raccolto anche 11 rimbalzi). Infine, la Vanoli Cremona resta in piena corsa per un posto alle Final Eight di Coppa Italia dopo aver sconfitto con un netto 75-58 il fanalino di coda Happy Casa Brindisi. 

Continua a leggere tutte le notizie di sport su