Fortitudo, ultima insidia dell’anno. I biancoblù sul campo di Orzinuovi

Serie A2 Ore 20,30. Situazioni di classifica differenti per le due squadre, Effe a caccia di un successo

di FILIPPO MAZZONI -
30 dicembre 2023
Fortitudo, ultima insidia dell’anno. I biancoblù sul campo di Orzinuovi
Fortitudo, ultima insidia dell’anno. I biancoblù sul campo di Orzinuovi

Ultima sfida dell’anno per la Fortitudo. Nella diciassettesima giornata del girone Rosso di serie A2, la formazione di Attilio Caja è attesa dal testa coda in casa dei bresciani dell’Agribertocchi Orzinuovi, che chiude il 2023.

Dopo la vittoria con Trieste, stasera – palla a due alle 20,30 – Matteo Fantinelli e compagni cercheranno di chiudere nel migliore dei modi un’annata che ha visto tanti cambiamenti a livello di organico in campo e anche come organizzazione societaria, ma la stessa rinnovata passione del calore del proprio pubblico.

Proprio ieri si è tra l’altro chiusa la mostra in Sala Borsa "Una Storia con la Effe maiuscola" organizzata dall’Associazione Museo Fortitudo e che ha avuto un grandissimo riscontro, con tanti tifosi della Effe, ma anche semplici curiosi che hanno visitato l’auditorium e la mostra con maglie e cimeli della società biancoblù.

Tornando all’attualità, oggi la Fortitudo si presenta ad Orzinuovi al completo, anche con il recupero di Fantinelli rimasto ai box sabato scorso con Trieste.

Classifica diametralmente opposta, Fortitudo 13-3, Orzinuovi 3-13, ma stesso desiderio di punti per le due formazioni.

All’andata la Fortitudo si impose 89-77, con qualche difficoltà iniziale, ma a conti fatti gara sempre in mano dei biancoblù e decisa dopo l’intervallo con Bolpin e la coppia americana protagonisti della vittoria.

Oggi ci si attende un confronto tutt’altro che facile per la Fortitudo, con i bresciani alla ricerca di punti per tirarsi su in classifica e migliorare una posizione tutt’altro che invidiabile e decisi a far valere a proprio favore il fattore campo.

Il rientro a pieno ritmo di Fantinelli permette a coach Caja di poter tornare ad avere a propria disposizione i suoi titolarissimi, ma viste le prove di Panni e Giordano con Trieste di avere anche delle valide alternative a disposizione della panchina.

Ovvio che l’Artiglio pavese si attenda qualche passo in avanti in più anche dagli altri elementi del proprio organico, con Conti, Sergio e Morgillo ancora un po’ troppo ondivaghi nel loro rendimento in campo, anche per dare qualche minuto in più di riposo al quintetto e non continuare a spremere come fatto finora i vari Bolpin (34,6 minuti e giocatore più utilizzato in tutta l’A2), Ogden (34,1 e terzo del girone Rosso) e il bresciano doc Aradori (33,6 e quinta piazza).

Conferma dei titolari e contributo dalla panchina per dare maggiore profondità all’organico e alle soluzioni a disposizione di un Caja che nel dopo partita con Trieste si era detto soddisfatto della squadra a sua disposizione.

Il mercato può attendere anche perché con una posizione in classifica del genere, in questo momento non ce n’è troppo bisogno, anche se l’anno nuovo, con i tempi dovuti, porterà sicuramente qualcosa di nuovo sotto le Due Torri.

Direzione di gara affidata al trio composto da Caforio, Maschietto e Rodia.

Diretta streaming su Lnp Pass e radiofonica su Nettuno Bologna Uno.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su