Trieste-Fortitudo 65-84, ecco la quinta sinfonia

Match a senso unico contro una delle formazioni più temibili del girone. Difesa di grande intensità, Freeman è super e fa 23 punti

di GIACOMO GELATI -
22 ottobre 2023
La Fortitudo vince anche a Trieste
La Fortitudo vince anche a Trieste

Trieste, 22 ottobre 2023 – Giunta fino a questo punto sulla scia di un entusiasmo difensivo allargato a tutti i reparti (66,8 punti subiti nelle prime quattro giornate e miglior difesa di tutta la serie A2), al quale sommare due inappuntabili Aradori e Fantinelli (rispettivamente leader di squadra per punti e valutazione), da un capo all’altro del Paese la più bella delle Fortitudo espugna Trieste dopo il successo di Nardò, fa cinque su cinque e si traveste da leader del girone Rosso.

Nonostante Bologna si carichi immediatamente di falli, a riprova della grande intensità difensiva (0/9 da tre per Trieste in avvio), nella metà campo d’attacco i biancoblù sono subito trascinati da Ogden, Aradori e Fantinelli, che firmano a sei mani il break che porta gli ospiti a +13 alla prima sirena. Il fiato dell’inerzia è tutto sulle vele biancoblù, che aprono la seconda frazione con una spallata che culmina con la tripla di Sergio (11-35), nel momento di maggiore smarrimento giuliano.

I padroni di casa tentano un discreto riavvicinamento in un’area gremita di uomini col coltello fra i denti, tuttavia la ciliegina sui primi 20’ la ripongono Aradori e Freeman, che col suo buzzer-beater manda tutti a riposo 23-48.

Ogden, il capitano e Aradori ritoccano il massimo vantaggio in avvio di ripresa (+31) nel mentre in cui Trieste è in totale balìa degli eventi e limita gli attacchi a pochi passaggio-tiro: Reyes e Brooks danno una boccata d’aria al PalaRubini (6-0), prima che Caja si conceda il lusso di un time-out per ventilare i suoi ed evitare cali di tensione.

Bologna ripone la terza frazione in cassaforte sul +23 e non deve far altro che amministrare il tesoretto. Con 5’ sul cronometro la tripla di Candussi si prova a far miccia, ma lo stoppino viene spento da Freeman, pilastro difensivo e offensivo di Caja e soci, che lasciano giochicchiare Trieste mentre il cronometro volge allo zero: là dove c’è la quinta vittoria consecutiva di Bologna e il primato in solitaria. Ora sulla strada della Effe arriva la tripletta casalinga contro Orzinuovi (29 ottobre), Piacenza (5 novembre) e Cento (12 novembre), nella quale i biancoblù vogliono capitalizzare questo straordinario avvio di stagione con la spinta del proprio pubblico.

Il tabellino

TRIESTE-FORTITUDO 65-84

TRIESTE: Bossi, Filloy ne, Rolli ne, Reyes 13, Deangeli 1, Ruzzier 10, Camporeale ne, Campogrande 9, Candussi 10, Vildera 5, Ferrero 8, Brooks 9. All. Christian.

FORTITUDO BOLOGNA: Giordano ne, Sergio 5, Aradori 19, Conti, Bolpin 5, Panni 1, Kuznetsov ne, Fantinelli 16, Freeman 23, Ogden 15, Morgillo. All. Caja.

Arbitri: Rudellat, Cappello e Tarascio. Note: parziali 8-21; 23-48; 44-67. Tiri da due: Trieste 14/32; Bologna 27/48. Tiri da tre: 7/37; 6/16. Tiri liberi: 16/21; 12/15. Rimbalzi: 43; 40.

Se vuoi iscriverti al canale WhatsApp del Carlino clicca qui

Continua a leggere tutte le notizie di sport su