Mondiali di basket 2023, Italia-Repubblica Dominicana: orario e dove vederla in tv

Dopo il successo sull’Angola, impegno molto importante per gli azzurri nel girone di qualificazione agli ottavi di finale

26 agosto 2023
Melli (ANSA)
Melli (ANSA)

Manila (Filippine), 26 agosto 2023 – Appena il tempo di recuperare le giuste energie per l’Italbasket che, dopo il successo ottenuto all’esordio del Mondiale contro l’Angola, domani, domenica 27 agosto, scenderà di nuovo in campo alle ore 10 italiane (il match sarà trasmesso in diretta su Rai 2, Sky Sport e DAZN) per affrontare la Repubblica Dominicana che, a sua volta, nel primo match iridato ha piegato le Filippine padrone di casa 87-81: è innegabile che l’asticella della difficoltà per i ragazzi di coach Pozzecco si alzi notevolmente. La selezione domenicana è infatti guidata dalla stella dei Minnesota Timberwolves Karl-Anthony Towns che all’esordio ha fatto il bello e il cattivo tempo contro le Filippine chiudendo con un bottino personale di 26 punti e 10 rimbalzi. Da tenere d’occhio sul fronte avversario, però, anche Victor Liz, autore di 18 punti ieri, e Jeran Montero, esterno classe 2003 finito in estate anche nel mirino della Virtus Bologna e in grado di dare alla sua squadra ritmi molto alti. L’Italia, rispetto al match con l’Angola, dovrà quindi cercare di tenere alto il livello della qualità difensiva – che ha fatto la differenza nei momenti chiave del match contro l’Angola – e avere una maggior continuità di gioco sul fronte offensivo, magari facendosi aiutare da percentuali nel tiro da fuori migliori di quelle dell’esordio.

Le parole di Melli e Procida

Cercare di limitare il pericolo numero uno Towns sarà uno dei principali compiti di Nicolò Melli che contro l’Angola ha toccato le 110 presenze in maglia azzurra: “Siamo contenti per aver vinto – ha spiegato lo stesso giocatore di Milano ai taccuini della FIP – una partita per nulla scontata. Nulla è scontato in un Mondiale e si può perdere e vincere contro tutti. All’inizio sentivamo un po’ la pressione, ma poi abbiamo portato a casa i due punti. La Repubblica Dominicana è una squadra che ruota principalmente attorno a un giocatore che è Towns, e per certi versi mi aspetto un match simile a quello contro l’Angola. Giocheremo contro una formazione fisica e veloce nel ritmo. Dovremo cercare di controllare i rimbalzi e non farli correre. Le qualità di Towns sono note a tutti: è un giocatore in possesso di un grandissimo talento, usa bene le mani, trova il canestro facilmente e per la taglia che ha gioca molto da fuori. Dovremo giocare di quadra per contenerlo”. L’esordio iridato degli azzurri ha invece coinciso con la prima gara ufficiale in azzurro di Gabriele Procida, esterno classe 2002 che con il suo atletismo e le sue qualità potrà senza dubbio dare un ottimo contributo alla causa della Nazionale di coach Pozzecco: “Esordire in un Mondiale davanti a più di 20.000 persone in un’atmosfera straordinaria è stato qualcosa di davvero bellissimo – ha spiegato alla FIP il giocatore dell’Alba Berlino –. Non mi aspettavo la chiamata in Nazionale ma allenamento dopo allenamento ho capito che potevo giocare le mie carte per entrare nei 12 per Manila. Lo volevo fortemente questo Mondiale. Siamo contenti per aver vinto contro l’Angola all’esordio, ma ora dobbiamo pensare alla prossima. Contro i dominicani sarà difficile come se non più della prima partita, perché sono una squadra molto atletica e che corre. Towns è il punto di riferimento, ma noi dovremo pensare anche a tutti gli altri e provare a rallentare il loro contropiede”.

Copertura televisiva: il match sarà trasmesso in diretta su Rai 2, Sky Sport e DAZN domenica 27 agosto alle ore 10 italiane.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su