Nba, debutto ok per Gallinari: Milwaukee stende Minnesota. Wembanyama da record

Da segnalare due risse nella notte, che portano a sei espulsioni

di FRANCESCO BOCCHINI -
24 febbraio 2024
Wembanyama al tiro

epa11057846 San Antonio Spurs center Victor Wembanyama of France shoots over Milwaukee Bucks forward Giannis Antetokounmpo of Greece during the second half of an NBA game in San Antonio, Texas, USA, 04 January 2024. EPA/ADAM DAVIS SHUTTERSTOCK OUT

Milano, 24 febbraio 2024 – Prova di forza di Milwaukee a Minnesota nella notte Nba. I Bucks sfoderano la loro miglior versione, sconfiggendo la capolista della Western Conference con il risultato di 112-107. I protagonisti sono Giannis Antetokounmpo e Lillard, entrambi in doppia doppia: il primo chiude con 33 punti e 13 rimbalzi, mentre il secondo con 21 punti e 10 assist. Fra il primo e il secondo quarto, Gallinari fa il proprio debutto con la squadra di coach Doc Rivers, il quale gli concede meno di cinque minuti sul parquet. Un tiro sbagliato e un rimbalzo catturato per l'azzurro. Dall'altra parte si registrano i 28 punti di Edwards e le doppie doppie di Towns (22 punti e 14 rimbalzi) e di Gobert (12 punti e 19 rimbalzi). La sconfitta di Minny e la contemporanea affermazione per 147-106 ai danni dei Washington Wizards consentono agli Oklahoma City Thunder, trascinati da Gilgeous-Alexander (30 punti e 9 assist) e Holmgren (25 punti e 10 rimbalzi), di raggiungere la vetta a Ovest. 

Wembanyama da record, Jokic dominante 

Prestazione da record per Wembanyama contro i Los Angeles Lakers. Il francese diventa il più giovane di sempre a collezionare almeno 5 punti, 5 rimbalzi, 5 assist, 5 stoppate e 5 palle recuperate in una partita. Il 20enne dei San Antonio Spurs, mandati al tappeto dai gialloviola con il risultato di 123-118, segna 27 punti, tira giù 10 rimbalzi, serve 8 assist ai compagni, piazza 5 stoppate e recupera altrettanti palloni. Ma non basta ai nerargento, perché sull'altro fronte il rientrante LeBron James realizza 30 punti e distribuisce 9 assist, mentre Davis contribuisce con 28 punti e 13 rimbalzi. A prendersi le luci della ribalta nella notte è anche Jokic, autore di una tripla doppia da 29 punti, 15 rimbalzi e 14 assist, anche se è Porter (34 punti) il miglior marcatore nel successo per 127-112 dei Denver Nuggets sul campo dei Portland Trail Blazers, che hanno 25 punti da Grant e una doppia doppia da 22 punti e 10 rimbalzi da Ayton. Colpo in trasferta pure per i Los Angeles Clippers, che violano il parquet dei Memphis Grizzlies per 101-95 (24 punti per Leonard e doppia doppia da 23 punti e 12 rimbalzi di Mann). 

Risse in campo

Da segnalare due azzuffate: quella al termine di Golden State-Charlotte, che vede espulsi Quinones e Grant Williams (per la cronaca, successo dei Dubs per 97-84), e quella a inizio ultimo quarto in New Orleans-Memphis, con un tutti contro tutti (scaturito da un fallo di Love su Williamson) che porta alla cacciata dal campo di Bryant, Alvarado, Marshall e Butler. Ripristinato l'ordine, sono gli Heat a imporsi per 106-95. A completare il quadro dei risultati, ecco Houston Rockets-Phoenix Suns 114-110, Philadelphia 76ers-Cleveland Cavaliers 104-97 e Atlanta Hawks-Toronto Raptors 121-123

Leggi anche: Virtus, Belinelli-Hackett ultimo ballo azzurro. Pozzecco pensa ai due veterani per i Giochi

Continua a leggere tutte le notizie di sport su