Olimpia Milano: sorpresa in Coppa Italia da Napoli

L'Olimpia cede il passo a Napoli nella finale di Coppa Italia perdendo per 72-77 una finale dalle mille emozioni

di SANDRO PUGLIESE -
18 febbraio 2024
Armani

Shavon Shields EA7 Emporio Armani Olimpia Milano - Gevi Napoli Baskett LBA Frecciarossa Final Eight 2024 - Finali LBA Legabasket Serie A UnipolSAI 2023/2024 Torino, 18/02/2024 Foto I.Mancini/ Ciamillo-Castoria

Torino - Ancora una volta è il peso delle responsabilità che sotterra l'Olimpia, la Coppa Italia è di Napoli che vince 72-77. La Cenerentola balla sul gradino più alto del podio, Napoli parte dall'ultimo posto del tabellone e sorprende tutti. La corazzata Olimpia Milano è affondata sotto l'energia che sprizza da tutti i pori dal duo Ennis-Pullen, ma anche sotto quel peso che, da favorita, dimostra di non riuscire a reggere. E quando la favola di Napoli sembrava evaporare, con Milano rocambolescamente sul +1 dopo una rincorsa di 39 minuti, è stato Jacob Pullen con una tripla pazzesca a 13" dalla fine regalare il sogno a Napoli, 18 anni dopo l'ultima volta. Se da una parte Ennis (7/13 da 2, 7 rimbalzi e 7 assist) è il mago che fa la differenza, l'Olimpia è irriconoscibile senza Shields che non riesce a far nulla (super difesa di Sokolowski, votato Mvp) tirando con un orribile 2/13 al tiro (seppur con 2 triple nell'ultimo minuto che quasi davano la vittoria ai biancorossi). Sono Melli e Mirotic a tenere in piedi la squadra praticamente per tutta la partita (11/16 da 2 e 4/7 da 3 in coppia), mentre anche Napier si impasta contro la solida difesa partenopea senza mai trovare il ritmo della gara.

La partenza di Milano è marchiata Melli, ma Napoli regge subito l'urto con le magie di Ennis (8-15). La Gevi comanda il match (14-21), Mirotic si presenta con 5 punti di fila (19-21), ma è Ennis che perpetua il vantaggio fino al 19-28. La gara va a strappi, l'EA7 torna a -2 (26-28), ma la Gevi mantiene i nervi saldi con la tripla di Pullen (32-39). I partenopei sono sul pezzo al 20' (36-43), ancora di più alla ripartenza quando Owens schiaccia e Zubic segna da 3 volando 36-48 al 21'. Messina chiama timeout e Milano cambia faccia rientrando 47-50 con una schiacciata di Melli al 27', lasciando solo un canestro in 4' alla Gevi. Napoli non si scompone, con Owens e Zubcic riprende quota 47-54, poi si affida a Pullen per 51-60 al 29'. Napoli si ferma ancora, Milano torna sotto con Melli (57-60), ma non basta. Quando Ennis segna il 62-70 al 38', sembra finita, invece Milano piazza 3 bombe con Mirotic e Shields passando incredibilmente avanti a 30" dalla fine (71-70). Ci pensa Pullen a portare fuori dalle tenebre Napoli con la tripla del nuovo sorpasso a 13" dalla fine (71-73), poi Sokolowski e Ennis sigillano dalla lunetta. Il sogno di Napoli diventa realtà. Quella di Milano invece è un incubo

EA7 EMPORIO ARMANI MILANO-GEVI NAPOLI 72-77 19-24; 36-43; 53-60 MILANO: Bortolani, Tonut, Melli 20, Napier 8, Ricci, Flaccadori 16, Hall 5, Caruso ne Shields 10, Mirotic 19, Hines 4, Voigtmann 6. All. Messina NAPOLI: Pullen 14, Zubcic 11, nnis 21, De Nicolao 2, Sinagra ne, Owens 10, Brown 6, Sokolowski 13, Lever, Bamba ne, Dut Biar, Ebeling ne. All. Milicic Note: tiri da 2: MI 17/36, NA 19/35; tiri da 3: MI 8/29, NA 6/28; tiri liberi: MI 14/16, NA 21/25; rimbalzi: MI 41 (Melli 8), NA 39 (Owens 7), assist: MI 17 (Hall 4), NA 13 (Ennis 7)  

Continua a leggere tutte le notizie di sport su