Eurolega, l'Olimpia sfodera una grande prestazione e sbanca Montecarlo

I biancorossi sbancano la Salle Gaston Medecin 98-80 e continuano a sperare nel play-in

20 marzo 2024
Euroleague, Mike James

epa11232175 Mike James of AS Monaco in action during the Euroleague basketball match between AS Monaco and EA7 Emporio Armani Milan, in Monaco, 20 March 2024. EPA/SEBASTIEN NOGIER

Monaco (Montecarlo), 20 marzo 2024 – L’EA7 Emporio Armani Milano estrae dal cilindro una delle prestazioni più convincenti della sua stagione e, nel 30° turno della regular season di Eurolega, sbanca la Salle Gaston Medecin di Montecarlo battendo il Monaco padrone di casa con un perentorio 98-80 e tenendo così viva la pur flebile speranza di riagganciare il treno play-in . Un sigillo di grande peso specifico quello conquistato dagli uomini di coach Ettore Messina, che hanno squadernato un’eccellente pallacanestro sia in difesa, dove hanno saputo limitare le pericolosissime bocche da fuoco monegasche (su tutte l’ex di serata Mike James, decisivo nel match d’andata e arrivato questa sera soltanto nel finale a quota 10 punti), che in attacco dove hanno giocato in maniera corale e compatta, portando ben sei uomini in doppia cifra. Oltre a Nikola Mirotic, miglior realizzatore biancorosso con 21 punti (6/7 da due, 2/5 da tre e 3/3 ai liberi) e decisivo nel  break di 11-0 che ha chiuso i conti nel quarto quarto fermando la rimonta dei padroni di casa - che dal -18 erano arrivati fino al -6 -, a meritare la copertina di serata è stato il tedesco Maodo Lo, che tra primo e secondo quarto si è caricato sulle spalle l’attacco dell’Olimpia e l’ha spinta verso la fuga, mentre. Serata da ricordare, poi, anche per Shavon Shields che, con i 10 punti mandati a referto, è diventato il miglior marcatore della storia dell'Olimpia in Euroleague. Al Monaco non sono invece bastati i 17 punti di Alpha Diallo e i 14 di Jordan Lloyd, già a quota 10 al termine del primo quarto.  

La cronaca della gara

Grazie a Melli e Mirotic, l’EA7 è partita in maniera molto decisa, portandosi avanti 6-0. Dall’altra parte si è però ben presto acceso Jordan Lloyd che ha firmato tutti e 10 i primi punti del Monaco, capace poi di mettere anche la testa avanti con i primi punti di serata di Mike James, omaggiato a margine della gara per aver sorpassato Vassilis Spanoulis e raggiunto, pochi giorni fa, la vetta della classifica dei migliori marcatori della storia della Euroleague moderna (dal 2000 ad oggi). I guizzi dell’ex di serata si sono però rivelati un fuoco di paglia perché in chiusura di quarto è arrivato un altro durissimo montante milanese: un 15-5 ispirato dall’asse tedesco composto da Lo e Vogtmann, valso il 27-20 in favore dei biancorossi al suono della prima sirena. Il break si è poi allargato con il sigillo di Tonut per il 29-20 Olimpia, ma Diallo e Walker – in un momento di difficoltà – hanno preso per mano il Monaco riportandolo a contatto (30-30). Seguendo un copione già visto nel primo quarto, però, Milano ha nuovamente accelerato in chiusura di primo tempo e, sospinta da Tonut, è rientrata negli spogliatoi a +14 (44-58) dopo aver punito una lunga serie di errori di una difesa monegasca apparsa troppo molle e svagata. Al rientro dagli spogliatoi ci ha quindi pensato Diallo a propiziare il 9-0 che ha rimesso in carreggiata un Monaco che all’alba della quarta frazione ha saputo rientrare fino al -6 (70-76), ma le mani dei giocatori di Milano non hano tremato: l'Olimpia ha infatti prontamente ritrovato il bandolo della matassa e, con un controbreak di 11-0 ispirato da Nikola Mirotic, ha allontanato lo spauracchio della rimonta e chiuso definitivamente i conti.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su