Serata da sogno per l’Olimpia: con mezza squadra fuori piega il Vitoria 76-67

Nonostante una serie infinita di infortuni l'EA7 trova la chiave giusta con l'accoppiata Melli e Voigtmann che mettono insieme 40 dei 76 punti milanesi

di SANDRO PUGLIESE -
28 dicembre 2023
EA7 Emporio Armani Olimpia Milano-Baskonia Vitoria-Gasteiz
EA7 Emporio Armani Olimpia Milano-Baskonia Vitoria-Gasteiz

Milano - Ci sono serate in cui il talento non è l'unica cosa che conta. Milano gioca una partita coraggiosa e tira fuori tutto l'orgoglio che può in un match che affrontava senza praticamente mezza squadra è fuori per infortunio. Se mancano le stelle Napier, Shields, Mirotic, Lo e Ricci (Pangos invece finirà definitivamente a Valencia), nella serata del Forum contro il Baskonia Vitoria finalmente diventa una squadra. Milano vince 76-67. tutti si aiutano, la palla viaggia che è un piacere per 30' abbondanti e sull'onda di un inatteso "10.000" al palazzo l'EA7 costruisce una vittoria che può essere quella della svolta.

La via l'ha segnata l'Olimpia operaia di capitan Melli (21 punti con 7/11 da 2 e 2/4 da 3) e del "cigno" Voigtmann (19 punti con 4/6 da 2 e 3/6 da 3 oltre a 12 rimbalzi e 3 assist per un 30 di valutazione) che splende per tutta la gara con Flaccadori ancora puntuale in regia con 14 punti (5 assist e 3/6 da 3). Se a questo impianto poi si aggiungerà anche il talento degli assenti allora la rimonta in classifica sarà possibile, viceversa resterà un'occasione persa. Milano in piena emergenza sugli esterni ripropone il "quintettone" con Melli, Voigtmann e Hines insieme in campo, la partenza è davvero frizzante con il tedesco e Flaccadori grandi protagonisti del 14-3 del 5'. Una tripla di Voigtmann (8 punti e 8 rimbalzi al 10') fissa il punteggio sul 20-12 a fine quarto, poi Tonut cambia marcia, ruba e schiaccia 3 volte di fila per far scappare Milano avanti 26-12 al 12'. Due triple di Flaccadori e Melli danno il +16 (34-18), Milano ha il fuoco dentro e rimane avanti 46-31 all'intervallo con un capitan Melli davvero scatenato che chiude a 14 punti già al 20'. La ripartenza è ancor migliore con ancora l'accoppia Voigtmann-Melli che tra assist e schiacciate fa volare via l'Armani addirittura sul 57-33 al 25'. Vitoria prova ad entrare nella partita con un break di 14 punti (58-48) con Sedekerskis e Moneke che improvvisamente si accendono. A togliere le castagne dal fuoco ci pensa Hines che che sblocca Milano dopo 5' di nulla (60-48), poi si ripresentano anche Melli e Flaccadori e l'EA7 torna a +15 (63-48). L'Olimpia è stata eroica, ma non ha davvero più benzina. Tiene duro, si dedica all'arrocco difensivo aggrappandosi ad un immenso Melli, in attacco pesca un la schiacciata "2+1" di Voigtmann che gli dà quel filo di gas per arrivare fino al meritato successo (74-61). Milano è ancora viva in Europa, ora neanche 48 ore di recupero energie perché sabato a Brescia sarà di scena in Serie A sul campo di una delle due capoliste del campionato. 

Il tabellino 

EA7 EMPORIO ARMANI MILANO-BASKONIA VITORIA 76-67 20-12; 46-31; 60-48 MILANO: Poythress 5, Bortolani, Miccoli ne, Tonut 7, Melli 21, Baron, Kamagate 2, Flaccadori 14, Hall, Caruso, Hines 8, Voigtmann 19. All. Messina

VITORIA: Howard 7, Raieste ne, Chiozza, Sederkeskis 12, Marinkovic 10, Miller-McIntyre 4, Diez, Rogkavapolous 6, Diop 3, Kotsar 2, Costello 9, Moneke 14. All. Ivanovic Note: tiri da 2: MI 20/40, BV 19/36; tiri da 3: MI 8/23; BV 3/17; tiri liberi: MI 12/17; BV 20/26; rimbalzi: 38 (Voigtmann 12), BV 32 (Sedekerskis 9); assist: MI 21 (Flaccadori 5), BV 19 (Chiozza 7) 

Continua a leggere tutte le notizie di sport su