Devastante Zizic, la Virtus ha fatto centro. Il gigante croato dà più tempo a Shengelia

Con Varese l’ex Efes ha sbancato: finalmente Banchi ha trovato una soluzione all’emergenza. Giovedì la trasferta in casa Fenerbahce

di MASSIMO SELLERI -
23 gennaio 2024
Devastante Zizic, la Virtus ha fatto centro. Il gigante croato dà più tempo a Shengelia
Devastante Zizic, la Virtus ha fatto centro. Il gigante croato dà più tempo a Shengelia

Dopo la partita di Varese la Virtus manda una cartolina agli avversari: c’è una seconda torre nel panorama bianconero e il suo nome è Ante Zizic. Con i suoi 210 centimetri di altezza il centro croato è stato un problema irrisolvibile per la difesa lombarda che non ha saputo come limitarlo dall’inizio alla fine della gara. Tra l’altro l’ultimo arrivato in casa della Segafredo si è rivelato anche parecchio agile nonostante un fisico all’apparenza pesante, tanto che a Masnago i padroni di casa non sono riusciti a fare quello che normalmente si fa in questi casi, vale a dire mandarlo sistematicamente in lunetta sperando che, almeno ai liberi, la sua precisione non fosse così chirurgica. Al contrario è stata evitata anche questa trappola e così il numero 41 della V nera se ne è tornato a casa con 7/7 nel tiro da due che la dice lunga su quanto il suo gancio sia stato e possa essere pericoloso.

Raccolti i complimenti del suo allenatore e del suo capitano Marco Belinelli, Zizic sembra essere proprio la tessera che mancava al mosaico messo a disposizione di Banchi. L’infortunio di Devontae Cacok, unito a quello di Jordan Mickey, non ha fatto altro che mettere ancora più evidenza un difetto di composizione di questo gruppo, vale a dire un bel totem che garantisse la stessa solidità di Bryant Duston.

La storia insegna che non è mai facile aggiungere un elemento in un gruppo che funziona, ma in questo caso la scelta del coach grossetano si sta rivelando azzeccata e altrettanto bene si è mosso il club che in appena due giorni tra la vigilia di San Silvestro e il primo dell’anno ha portato a casa un pivot dalla lunga esperienza europea tra Maccabi ed Efes, mettendo i suoi piedoni anche in Nba, dove non ha fatto una semplice comparsata, ma ci è rimasto dal 2017 al 2020.

Nato a Spalato nel 1997, Ante è il fratello minore di Andrija che per certi versi gli ha aperto la strada avendo vinto una Eurolega nel 2014 col Maccabi. E’ curioso come nell’estate di quell’anno l’ala croata abbia poi firmato per Forlì dove giocò solo 8 gare a causa dei pasticci societari che portarono i romagnoli a non finire neppure il girone di ritorno. Tornando alla torre bianconera gli ci sono volute tre settimane per ambientarsi a dimostrazione di quanto sappia giocare a pallacanestro e di quanto i compagni lo abbiano aiutato ad integrarsi in una squadra che continua a sorprendere nonostante ci sia sempre il dubbio che la stanchezza prima o poi arriverà a guastare le uova nel paniere. In ogni caso il suo arrivo è stato provvidenziale e ha messo in evidenza anche una certa lungimiranza da parte della Virtus.

Senza voler mettersi addosso le penne del gufo prima o poi era prevedibile che un giocatore cosi spremuto come Toko Shengelia si sarebbe fermato per qualche settimana e ora che questa eventualità si è verificata il rientro del lungo georgiano può avvenire in un modo un po’ più leggero e tranquillo. A volte al direttore generale bianconero Paolo Ronci si imputa il fatto di essere un po’ troppo legato ai numeri, ma le cifre sono sempre sia una istantanea sia un cortometraggio. Se gli si chiede il rapporto quanti minuti in media e quante partite in un arco di tempo servono per mettere il giocatore nelle condizioni di rischiare un infortunio sicuramente Ronci saprà rispondere declinando le diverse situazioni in base alla tipologia dell’atleta. Da qui l’urgenza di portare la torre croata a Bologna sapendo che non c’era una questione tecnica, ma anche il bisogno di non esporre gli altri lunghi a nuove problematiche fisiche. Ieri la squadra ha riposato e da oggi si ritrova in palestra per preparare la gara di giovedì a Istanbul contro il Fenerbahce.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su