Momento no La Virtus da viaggio cade ancora

Terza sconfitta consecutiva lontano dalla Segafredo Arena. I bianconeri si spengono dopo aver avuto anche 14 punti di vantaggio

di MASSIMO SELLERI -
1 dicembre 2023
Momento no La Virtus da viaggio cade ancora
Momento no La Virtus da viaggio cade ancora

Bayern Monaco

90

Virtus Bologna

76

BAYERN MONACO: Weiler-Babb 8, Francisco 13, Edwards 12, Weidemann, Giffey 4, Bonga 10, Ibaka 24, Wimberg, Brankovic 7, Kharchenkov ne, Booker 12, Gillespie. All. Laso.

SEGAFREDO BOLOGNA: Cordinier 5, Lundberg 3, Belinelli 22, Pajola 3, Smith 3, Dobric 2, Cacok 2, Shengelia 15, Hackett 6, Mickey 5, Dunston 10, Abass ne. All. Banchi.

Arbitri: Radovic, Zamojski, Racys.

Note: parziali 20-28; 44-46; 70-66. Tiri da due: Monaco 2646; Virtus Bologna 2245. Tiri da tre: 724; 619. Tiri liberi: 1717; 1421. Rimbalzi: 43; 33.

MONACO (Germania)

Il mal di trasferta inizia ad appesantire il cammino della Virtus in Eurolega. A livello continentale quello di ieri sera a Monaco è il terzo stop consecutivo lontano da Bologna e questo sembra essere un campanello d’allarme da non sottovalutare se si considera che diventano 5 le sconfitte in fila che la V nera ha rimediato quando non gioca dentro le mura amiche se nel campo di osservazione si inserisce anche il campionato. Che buona parte delle fortune ottenute dalla formazione allenata da Luca Banchi dipendano da Toko Shengelia non è una novità e la cosa diventa ancora più evidente contro un avversario che fa dei rimbalzi uno dei suoi punti di forza.

Fino a qui il georgiano ha tirato la carretta non ci sono stati problemi, ma è bastata una flessione nel suo rendimento per mettere in difficoltà tutto il sistema bianconero.

In questa situazione l’assenza di Achille Polonara si fa sentire anche perché Jordan Mickey è appena rientrato da un infortunio alla caviglia destra e il suo apporto discontinuo come è normale che sia quando si ha sulle spalle una responsabilità così grande e non si è ancora nel pieno della forma.

Siccome piove sempre sul bagnato, nel secondo quarto un problema a una caviglia toglie fuori dai giochi Jaleen Smith. La scarsa percentuali ai liberi dei virtussini dà l’idea di quanto la stanchezza abbia messo in difficoltà anche la loro testa.

A 3’33’’ dalla fine il canestro messo a segno da Booker inchioda il punteggio sull’88-73 e di fatto la partita finisce qui. E’ l’epilogo di una gara dove la Segafredo è partita molto forte ritrovandosi sul +14 (23-37) e poi lentamente si spegne. Domenica alla Segafredo Arena arriva Tortona, e lì bisognerà difendere la vetta in campionato, dopo che si è perso il terzo posto solitario in Eurolega.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su