Virtus Banchi sfida la difesa di Valencia

Basket Eurolega Ore 20,30 in Spagna. Il tecnico: "Troveremo un’altra squadra molto fisica". Mickey sempre out, Smith in uscita

di MASSIMO SELLERI -
21 dicembre 2023
Virtus Banchi sfida la difesa di Valencia
Virtus Banchi sfida la difesa di Valencia

VALENCIA (Spagna)

Nessun pericolo che la Virtus soffra di vertigini anche se il secondo posto, in Eurolega, dopo quindici partite, non solo non era stato messo in preventivo, ma non era nemmeno stato sognato, durante l’estate, dalla società bianconera.

Contro l’Olympiacos, due sere fa, l’ennesima conferma di un gruppo che non molla mai. Che può subire gli avversari, può andare sotto – non solo i greci, basta pensare anche al precedente con il Barcellona –, ma ci prova sempre. Una squadra che Luca Banchi ha saputo riplasmare, senza averla costruita lui, ottenendo il massimo da ogni elemento. Le prestazioni di capitan Belinelli, Shengelia e Hackett, i tre elementi più esperti del gruppo (quattro con Dunston) sono la cartina tornasole di come la Virtus abbia saputo compattarsi.

Oggi, alle 20,30, nuovo esame: dopo quello di greco, brillantemente superato, c’è quello di spagnolo con il Valencia.

"Affrontiamo la gara contro Valencia – attacca proprio il tecnico bianconero : consapevoli che esistono delle analogie con i nostri precedenti avversari, legati soprattutto alla fisicità e alla consistenza, che ad oggi rende statisticamente Valencia la difesa meno battuta dell’ intera Eurolega".

Sempre attento anche alla panchina avversaria, Banchi rende omaggio al tecnico rivale.

"Coach Mumbru – insiste il tecnico – sta dando continuità alla precedente stagione proponendo un basket molto strutturato che raramente concede spazi agli avversari, specialmente quando sul loro campo certe caratteristiche vengono esaltate".

Si diceva di un nuovo esame. La stessa immagine che, di fatto, richiama il tecnico bianconero.

"Questa partita rappresenta un importante banco di prova, per dimostrarsi in grado di produrre una prestazione di alto profilo, unica via alla ricerca di un successo che sarebbe formidabile all’ interno dell’ennesima impegnativa double-week".

Tocca poi a Devontae Cacok, reduce da una prova di spessore con l’Olympiacos, chiudere i conti. "Ci aspetta una bella partita. Penso che la gara di martedì sia stata difficile e che sia stata vinta con merito, questo ci ha permesso di imparare dai nostri errori, di essere più preparati, di fare quello che sappiamo e di giocare insieme".

Non ci sarà Jordan Mickey, ovviamente, con Toko Shengelia costretto nuovamente agli straordinari, in attesa che cresca il minutaggio di Achille Polonara e senza dimenticare il ruolo di arma tattica di Awudu Abass.

In uscita, Jaleen Smith, che le ultime gare le ha sempre viste da spettatore. Il recupero di Iffe Lundberg ha ridotto gli spazi di Smith, che potrebbe trovare più minuti altrove. Per il momento, invece, nessun ingresso previsto, anche alla luce delle recenti dichiarazioni dei vertici della società bianconera.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su