Virtus I playoff valgono anche per il futuro

Basket Nove giornate al termine: qualificarsi per la seconda fase darebbe ai bianconeri un’ulteriore chance per restare in Eurolega

di MASSIMO SELLERI -
8 febbraio 2024
Virtus I playoff valgono anche per il futuro
Virtus I playoff valgono anche per il futuro

Mancano nove partite alla fine della regular season di Eurolega. La Segafredo occupa da sola il terzo posto con 16 vittorie e, domani sera, ospitando il Monaco ha la possibilità di mettere ulteriormente in cassaforte questo piazzamento. I francesi stazionano in quarta posizione insieme con il Panathinaikos e il Fenerbahce e con una vittoria i bianconeri andrebbero 2-0 nei loro confronti.

La cosa non guasterebbe dato che con i turchi il conto delle sfide è in parità, ma la differenza canestri non è a favore dei bolognesi, mentre i greci arriveranno sotto le Due Torri il 29 marzo. Va ricordato che, con la nuova formula, solo le prime 6 hanno la certezza di partecipare al playoff che mette in palio il biglietto per la Final Four, mentre la settima e l’ottava se la dovranno vedere (formula playin, come nella Nba) con la nona e con la decima e solo chi vince in questo confronto secco andrà a comporre gli ultimi due posti del tabellone.

Per la Virtus partecipare ai playoff non è importante solo perché questo è l’obiettivo che i vertici della società hanno assegnato alla squadra, ma anche perché il club bianconero non ha la certezza di partecipare alla prossima Eurolega.

A nessuno verrebbe mai in mente di non concedere una nuova licenza a un club che è arrivato nei primi 6 e che ha nelle gare casalinghe una media di spettatori che sfiora le 10mila unità, ma è bene guardarsi le spalle, anche perché le altre realtà stanno già facendo i loro passi.

Stando a quello che si apprende dalla stampa serba, oggi una delegazione di chi organizza questa competizione europea sarà a Belgrado, dove incontrerà sia la dirigenza del Partizan che quella della Stella Rossa.

Entrambe vorrebbero una licenza pluriennale e sono pronte a mettere sul piatto la possibilità di organizzare lì la Final Four del 2026.

Nel frattempo, sotto i portici di Basket City riecheggia la dichiarazione del presidente e proprietario di Trapani Valerio Antonini, che sostiene di avere imbastito una trattativa per portare in Sicilia Milos Teodosic qualora la sua squadra conquistasse la promozione in serie A.

Il fuoriclasse serbo ha dato parecchio colore alle ultime stagioni della V nera e rivederlo in Italia farebbe sicuramente bene allo spettacolo. A stretto giro di posta arriva la replica di Nebojsa Covic, presidente della Stella Rossa. "Non rispondo neppure. Teodosic chiuderà la sua carriera nella Stella Rossa".

Ieri i virtussini si sono allenati al completo in previsione di una gara che vale tanto dal punto di vista del futuro.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su