Virtus, nuovo esame. Ancora un Obradovic sulla via dei playoff

Eurolega Ore 20,30 alla Segafredo Arena arriva il Monaco. Dopo aver sconfitto Zelimir, Banchi ci riprova con Sasa.

di ALESSANDRO GALLO -
9 febbraio 2024
Ancora un Obradovic sulla via dei playoff
Ancora un Obradovic sulla via dei playoff

Da un Obradovic (Zelimir) all’altro (Sasa): Luca Banchi vorrebbe ottenere lo stesso risultato. Si gioca questa sera, alle 20,30, alla Segafredo Arena: il fortino bianconero sul quale Belinelli e compagni sono stati capaci di costruire, fino a questo momento, un terzo posto che non era stato messo in preventivo in estate.

Per provare a mantenerlo, dopo aver chiuso i conti con il Partizan (2-0 per Bologna negli scontri diretti), bisogna ripetersi contro i francesi del Monaco. Ci sarà anche un grande ex, perché Mam Jaiteh con la Virtus ha vinto anche un’EuroCup. Dopo quel trionfo, però, s’è smarrito al punto tale che, quando Mam s’è accordato con il Monaco, nessuno si è strappato le vesti.

Il pericolo numero uno, ancora una volta, sarà Mike James, un giocatore sempre condizionante, nel bene e nel male. Ne sa qualcosa anche Milano, che pure lo aveva scelto, prima di lasciarlo partire, con uno strascico di polemiche. Nelle giornate di vena, però, James non solo è immarcabile, ma guida i compagni alla vittoria. E la Virtus?

Fermo restando che il distacco tra i due club in questo momento è di soli due punti, la Virtus ha gli antidoti giusti. Hackett subito, poi Pajola. Senza dimenticare, magari, che Hackett per stazza e mestiere può accoppiarsi anche con la guardia rivale. Lasciando il compito di oscurare la visuale di James a Isaia Cordinier, che ha energia e lunghe braccia per mettere in difficoltà chiunque.

Serve una vittoria, per chiudere i conti e concentrarsi poi, per una decina di giorni, solo sul campionato e sulla Coppa Italia di Torino.

"Monaco è un’avversaria di altissimo livello – racconta Luca Banchi – e come testimoniato dai quattro successi consecutivi ottenuti nelle ultime gare, arriverà a Bologna in un ottimo stato di forma per una partita che si preannuncia importante per entrambe le squadre. Coach Sasa Obradovic ha saputo costruire una squadra solida, attorno alla creatività di grandissimi realizzatori e la consistenza di un organico molto profondo e affidabile riproponendo questo club al vertice assoluto dell’Eurolega, dopo aver centrato la Final Four lo scorso anno".

Chiama a raccolta i tifosi, il tecnico, perché la spinta dell’impianto, nei momenti di maggiore difficoltà, è sempre stata trascinante per la squadra.

"Viviamo questa vigilia – prosegue – con grande concentrazione, sapendo di dover garantire una prova di altissimo livello e offrire ai nostri sostenitori un’altra serata che li renda orgogliosi del nostro impegno".

In campo, l’unico indisponibile è Devontae Cacok, ci sarà e si farà sentire Toko Shengelia, che nei primi mesi è stato senza ombra di dubbi – i numeri parlavano chiaro – il giocatore più condizionante dell’Eurolega.

"Ci aspetta una partita dura – dice Toko –, il Monaco viene da quattro vittorie. La squadra è composta da giocatori di buon livello e tutti vengono da un buon momento di forma. Dovremo andare in campo e dare il nostro 100 per cento, essere concentrati al 100 per cento sia difensivamente che offensivamente. Non ci sarà spazio per gli errori". I compagni sono avvisati.

Da registrare, infine, l’ingresso di un nuovo marchio per la V nera. Tra i top sponsor entra Marsh, leader globale nel settore del broking assicurativo e della consulezza per il rischio.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su