Ancona, è crisi: sconfitta a Lucca. Poche occasioni e senza grinta. La classifica piange: contestata

Squadra impalpabile e molle, primo tempo regalato e un solo tiro in porta in tutta la partita con Spagnoli. Frittata Perucchini-Dutu sul gol, segna Yeboah. A fine gara i tifosi non ci stanno. E i playoff si allontanano.

23 dicembre 2023
Poche occasioni  e senza grinta. La classifica piange: contestata
Poche occasioni e senza grinta. La classifica piange: contestata

LUCCHESE

1

ANCONA

0

LUCCHESE (4-3-3): Chiorra; Quirini, Tiritiello (14’ Merletti), Gucher, Benassai; Tumbarello, Cangianiello, Visconti (30’ st Alagna); Russo (30’ st Djibril), Yeboah, Rizzo Pinna (44’ st Sueva). A disp. Coletta, Berti, Perotta, Toma, Romero, Quochi, Leone, Guadagni, Magnaghi. All. Gorgone.

ANCONA (3-4-3): Perucchini; Marenco (15’ st Mattioli), Pellizzari, Dutu; Clemente, Saco (36’ st Gavioli), Nador (1’ st Basso), Agyemang; Energe (15’ st Paolucci), Spagnoli, Cioffi (36’ st Kristoffersen). A disp. Vitali, Testagrossa, Radicchio, Barnabà. All. Colavitto.

Arbitro: Iannello di Messina.

Rete: 8’ st Yeboah.

Note: ammoniti: Saco, Benassai, Basso, Visconti; espulso al 35’ st Gucher per proteste; spettatori: 1910; recuperi: 1’ + 5’.

di Giuseppe Poli

D’accordo l’alibi delle assenze, ma l’Ancona che perde a Lucca è quasi la peggiore della stagione – lascia il primato a quella di Cesena – impalpabile per gran parte della partita se non nell’ultimo quarto d’ora, in superiorità numerica per l’espulsione di Gucher. La Lucchese vince con merito, perché almeno ci crede, mentre l’Ancona le regala tutto il primo tempo e nella ripresa dopo pochi minuti trova anche il modo per incassare il gol partita confezionato da Yeboah con gentile concessione di Perucchini e Dutu. Incapace di costruire gioco, riesce a tirare solo cinque volte verso la porta avversaria, una sola in porta con Spagnoli nel finale, quando Chiorra salva il risultato. Per il resto una squadra troppo brutta per essere vera.

Inguardabile nel primo tempo, senza Peli, rimasto ad Ancona per un problema fisico, con Paolucci in panchina perché non al meglio, e con tre squalificati, cioè Cella, Martina e capitan Gatto. Squadra priva di grinta, che perde palloni incredibili, che non riesce mai a costruire qualcosa di buono per il tridente d’attacco e che lascia troppo l’iniziativa alla Lucchese. Come quando Russo prima del quarto d’ora su appoggio di Dutu coglie il palo esterno. Attorno alla mezz’ora ancora tre tiri verso la porta di Perucchini, sempre con Russo, ma l’Ancona non c’è, distratta, inconsistente. Nell’intervallo Colavitto alza la voce provando a scuotere la squadra. Invano, anche se l’ingresso di Paolucci inizialmente sembra poter cambiare qualcosa.

Nella ripresa la Lucchese decide la partita: tiro di Benassai e respinta corta di Perucchini, Yeboah anticipa Dutu e ribatte in gol: è l’arbitro che decide che la palla ha varcato la linea, nonostante dalla sua posizione sia impossibile giudicarlo. I cambi dell’Ancona non modificano l’inerzia della partita, dopo l’espulsione di Gucher si gioca a una porta sola ma l’arrembaggio dell’Ancona non sortisce effetti. Un punto in quattro partite, metà di questa squadra sarebbe da rimandare a casa. La speranza è che ora il diesse Micciola rimedi agli errori commessi in estate.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su