Ancona, piace il centrocampista Calcagni. In attacco il sogno è Starita del Monopoli

Il mediano ex Matelica è un titolarissimo del Novara. L’esterno offensivo invece ha segnato 10 gol in metà stagione. Tante le partenze

29 dicembre 2023
Ancona, piace il centrocampista Calcagni. In attacco il sogno è Starita del Monopoli
Ancona, piace il centrocampista Calcagni. In attacco il sogno è Starita del Monopoli

di Giuseppe Poli

Qualcosa si muove, sul mercato dell’Ancona che fino al 31 gennaio assorbirà ogni energia del direttore sportivo Francesco Micciola che ha la missione di modificare al meglio lo scacchiere biancorosso. Il Resto del Carlino lo ha scritto anche nei giorni scorsi: tante partenze altrettanti arrivi, ma i giocatori potenzialmente con la valigia pronta sono numerosi. E cominciano a uscire anche nomi di calciatori accostabili all’Ancona, che al momento sono ipotesi o suggestioni ma che potrebbero concretizzarsi a breve. Anche perché in casa dorica sono diversi i giocatori che vorrebbero cambiare casacca, soprattutto quelli che con l’arrivo di Colavitto hanno visto azzerarsi o quasi le possibilità di vestire una maglia da titolare. Se sono in prestito potranno tornare alla società di appartenenza, se di proprietà dovranno essere ceduti. Sei o sette le pedine dello scacchiere biancorosso che verranno sostituite con lo scopo di creare una squadra funzionale al gioco del tecnico di Pozzuoli e capace di remare tutta dalla stessa parte, senza gente che mugugna o che si rifiuta di partire con la squadra in trasferta – come accaduto con Peli nell’ultima di andata a Lucca – perché mentalmente già deciso ad andarsene.

La lista di quelli che potrebbero lasciare l’Ancona è sempre la stessa: si va da Peli a Nador, da Dutu a Marenco, da Barnabà ad Agyemang, da Kristoffersen a Mattioli, per finire a Gavioli e Radicchio. La società non conferma, ma i sei-sette calciatori che saluteranno l’Ancona a gennaio vanno cercati nell’elenco sopra. Le loro partenze permetteranno a Micciola di scovare quei giocatori utili alla squadra nei ruoli rimasti scoperti, soprattutto con lo scopo di inserire nel gruppo almeno due attaccanti, due centrocampisti e altrettanti difensori.

Sul fronte degli attaccanti in pole position potrebbero esserci Alex Rolfini e Federico Moretti, due punte che hanno giocato anche insieme, due stagioni fa, e che non stanno certo brillando a Vicenza, il primo, e a Brindisi, il secondo. Tra l’altro Rolfini in questo periodo ha un problema muscolare che però dovrebbe essere in via di soluzione.

Insieme a questi due nomi c’è da fare anche quello di Ernesto Starita, vecchio pallino del diesse Micciola, esterno d’attacco che sta facendo benissimo – 10 reti – nel girone C con la maglia del Monopoli. E’ in scadenza di contratto, però, e chi lo vuole a gennaio dovrà sborsare parecchi soldi. Altro giocatore che l’Ancona non ha dimenticato e che potrebbe tornare utile a Colavitto per caratteristiche e capacità di facile reinserimento nei suoi meccanismi di gioco, è Mirco Petrella, ceduto alla Pro Vercelli a fine agosto.

L’intento, insomma, potrebbe essere quello di orientarsi su elementi come Moretti e Petrella ceduti un po’ frettolosamente la scorsa estate, o altri ben conosciuti. A centrocampo, invece, piacerebbe l’ex Matelica Riccardo Calcagni, attualmente al Novara, anche lui in scadenza di contratto. Ma il giocatore in Piemonte è un titolare nonché un punto fermo di quella formazione, la trattativa potrebbe essere complicata.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su