Atalanta, che show: dieci vittorie e trenta gol in due mesi. E De Ketelaere incanta

Lo spettacolo nerazzurro ha trovato un nuovo interprete con il gol all’esordio di Tourè

di FABRIZIO CARCANO -
11 febbraio 2024
De Ketelaere, trascinatore dell'Atalanta
De Ketelaere, trascinatore dell'Atalanta

Bergamo – L’Atalanta è uno spettacolo. Imbattuta nel 2024, con quattro vittorie di fila in serie A, sedici punti conquistati da Natale in poi, ventun punti dalla vittoria contro il Milan del 9 dicembre, quando la Dea era nona a cinque punti dalla zona Champions.

Due mesi dopo (in mezzo anche le vittorie per 4-0 in Polonia contro il Rakow e le due vittorie in Coppa Italia contro Sassuolo e al Meazza contro il Milan) la squadra di Gasperini è quarta con 42 punti e lanciata verso una corsa per il quarto posto che rischia di essere solitaria con tutte le rivali ormai distanziate di quattro/cinque punti, ad eccezione della sorpresa Bologna ancora in scia, a meno tre, e attesa a Bergamo tra tre settimane per il decisivo confronto diretto.

Dal tacco di Muriel, che decise al 94’ il 9 dicembre la sfida casalinga vinta 3-2 contro il Milan, la Dea ha iniziato a volare con dieci vittorie e un pareggio in dodici partite tra campionato e coppe, segnando trenta gol in dodici gare, con lo zero a Bologna ad abbassare la media. A Marassi l’orchestra di Gasperini ha avuto la spinta dei suoi primi violini, De Ketelaere e Koopmeiners, entrambi a segno di sinistro con due bordate da fuori, avrebbe trovato il terzo gol con una mischia sporca risolta da Scalvini ma con un offside millimetrico di Pasalic a vanificarlo, e ha poi chiuso la cavalcata trionfale al Ferraris con due reti in contropiede firmate da Zappacosta e dal 18esimo marcatore stagionale, la novità El Bilal Tourè.

Il 22enne centravanti maliano, acquistato in estate per 28 milioni dall’Almeria, ha bagnato il suo esordio assoluto in serie A e in maglia nerazzurra con una rete di testa al minuto 102. Chiudendo alla grande la festa atalantina, nel giorno in cui Gasperini ha ritoccato un altro record superando le 700 reti della sua squadra in serie A: sono 701 dall’agosto del 2016 ad oggi. E adesso l’Atalanta mette nel mirino il Sassuolo, atteso sabato sera al Gewiss Stadium dove i nerazzurri sono reduci da sette vittorie consecutive…

Continua a leggere tutte le notizie di sport su