L’Atalanta nel secondo tempo schianta la Salernitana 4-1 e risale in zona Champions

Dea sotto all’intervallo: nella ripresa segnano Muriel, Pasalic, De Ketelaere e Miranchuk

di FABRIZIO CARCANO -
18 dicembre 2023
Atalanta-Salernitana
Atalanta-Salernitana

Bergamo, 18 dicembre 2023 – La Dea risale in zona Champions. Secondo successivo casalingo consecutivo dopo quello di nove giorni fa contro il Milan per l’Atalanta che battendo in casa per 4-1 la Salernitana si riporta al settimo posto con 26 punti, scavalcando la Roma, arrivando ad una lunghezza dal quinto posto di Fiorentina e Napoli e a due dal quarto posto del Bologna, prossimo avversario dei nerazzurri nel confronto diretto al Dall’Ara.

Vittoria ottenuta dopo una partita dai due volti, con tanta sofferenza nel primo tempo e una facilità impressionante nella ripresa, grazie anche alla spinta incessante della Curva Nord, autentico 12esimo uomo in campo. Primo tempo subito in salita per la Dea che dopo appena otto minuti si lascia sorprendere a freddo da un’azione a palla ferma della Salernitana: punizione da destra dello specialista Candreva, pallone pennellato in mezzo, difesa nerazzurra imbambolata e Pirola ha tempo di girarla di testa anticipando De Roon.

Due minuti più tardi palla d’oro per pareggiarla immediatamente per Lookman che calcia un rigore in movimento, ma il bravo Costil si salva d’istinto di piede. Atalanta in pressing, con collezione di cross e calci d’angolo, ma Muriel e Lookman non inquadrano la porta o trovano il muro difensivo dei granata a rimpallare ogni conclusione. La Salernitana controlla con mestiere e prova ad allungarsi contro Dia e Tchaouna ma senza mai avvicinarsi alla porta di Carnesecchi.

Nella ripresa cambia lo spartito con l’Atalanta che attacca sotto la Nord, con la spinta incessante del suo pubblico: bastano appena due minuti per far saltare il bunker campano con una saetta di Luis Muriel da fuori dopo mischia su corner. Per il 32enne colombiano quarto gol in appena nove giorni. Raggiunto il pari la Dea rischia forte: contropiede solitario a sinistra di Dia murato prima da una chiusura chirurgica di Djimsiti e poi da una smanacciata di Carnesecchi. Al 51’ il 2-1 nerazzurro: solita mischia in area campana e Lookman smarca Pasalic che trafigge Costil.

Dea vicina al terzo gol con un ispirato Muriel, che poi esce accompagnato da una standing ovation per lasciare il posto a De Ketelaere, e a Lookman. La Salernitana ci crede e in contropiede con il solito Dia colpisce il palo sfiorando il pari. Atalanta ancora in pressing e all’83’ arriva il 3-1: azione personale di Scalvini che difende palla caparbiamente e serve De Ketelaere che freddo piazza un rigore in movimento trovando il suo secondo gol in campionato dopo quello alla prima giornata sul campo del Sassuolo. Finale con Aleksey Miranchuk che sale in cattedra: il russo all’89’ fissa il punteggio sul 4-1 con la sua prima rete stagionale (non segnava con la Dea dal 28 febbraio 2022), prima di colpire un palo nel tempo di recupero, con la Salernitana ormai in bambola e fuori dalla partita.

Nota di colore: ad assistere al match in tribuna c’era Josip Ilicic. Il 35enne fantasista sloveno, oggi in forza al Maribor, non tornava al Gewiss Stadium dal 1 settembre 2022 quando saluto’ il pubblico nerazzurro prima di Atalanta-Torino, il giorno dopo aver rescisso il suo contratto con il club bergamasco.Alla fine lo sloveno ha fatto festa sotto la curva spinto da Gasperini. ATALANTA-SALERNITANA: 4-1

Primo tempo: 0-1

Atalanta (3-4-1-2): Carnesecchi 6; De Roon 6, Scalvini 7, Djimsiti 6,5; Zappacosta 6,5 (75’ Hateboer 6), Pasalic 7, Ederson 6,5 (66’ Kolasinac 6,5), Ruggeri 6,5; Koopmeiners 6,5 (85’ Adopo 6); Lookman 6,5 (85’ Miranchuk 7), Muriel 7,5 (66’ De Ketelaere 7). All. Gasperini 7 Voto squadra 7

Salernitana (3-4-2-1): Costil 6; Daniliuc 5 (60’ Bradaric 5), Gyomber 5, Pirola 6; Mazzocchi 5, Coulibaly 5,mMaggiore 5 (67’ Legowski 5,5), Martegani 6 (66’ Ikwusmesi 5); Candreva 6, Dia 5 (85’ Cabral sv ); Tchaouna 6 (60’ Kaatanos 5). All. F. Inzaghi 5 Voto squadra 5 Arbitro: Feliciani 6 Marcatori: 9’ Pirola (S), 47’ Muriel (A), 51’ Pasalic (A), 83’ De Ketelaere (A), 89’ Miranchuk (A)

Continua a leggere tutte le notizie di sport su