L’Inter capolista vince 2-1 a Bergamo con i gol di Calhanoglu e di Lautaro

L’Atalanta dimezza lo scarto con Scamacca ma non trova il pareggio

di FABRIZIO CARCANO
4 novembre 2023
Il gol del 2-0 di Lautaro Martinez

Il gol del 2-0 di Lautaro Martinez

Bergamo – La capolista Inter passa a Bergamo sotto il diluvio imponendo per 2-1 sull’Atalanta in una gara equilibrata, decisa dal maggior tasso tecnico degli attaccanti dei milanesi.

Inizio di partita a ritmi bassi, con una lunga fase di studio, nessuna squadra cerca la profondità per non scoprirsi. L’Inter corre a destra con Dumfries, dall’altra parte Koopmeiners allunga per la velocità di Lookman, ma i portieri sono spettatori. Al 20’ il primo squillo atalantino: traversone da destra di Zappacosta che attraversa l’area e da sinistra, da buona posizione, Ruggeri spara fuori bersaglio. Per dieci minuti la Dea spinge e l’Inter controlla con l’esperienza dietro di De Vrij e Acerbi, perdendo Pavard alla mezz’ora per una botta al ginocchio con possibile torsione. Al suo posto dentro Darmian che al 38’ piomba in area avversaria: Musso in uscita lo travolge e Sozza senza nemmeno consultare il Var indica il dischetto. Tocca allo specialista Calhanoglu che trafigge Musso. Un minuto più tardi il portiere argentino è reattivo nello smanacciare su un’insidiosa sventola da fuori di Mkhitaryan.

Ripresa con l’Inter in avanti, con una buona combinazione dopo quattro minuti tra Lautaro e Dimarco che da posizione centrale calcia troppo angolato. Brutto episodio al 51’: dallo spicchio dove sono ospitati i supporter interisti volano in campo fumogeni e anche petardi, costringendo l’arbitro a sospendere il gioco per qualche minuto per lasciare spazio ai vigili del fuoco impegnati a spegnere i vari bengala. Gasperini prova a dare nuova linfa ai suoi togliendo Zappacosta e Kolasinac per inserire Hateboer e il più avanzato Pasalic, passando ad un 4-3-3 con gli esterni più bassi. Un minuto più tardi arriva però il raddoppio milanese: prolungata azione offensiva interista, Ederson prova a liberare fuori area, Mkhitaryan intercetta e apre a sinistra per Lautaro Martinez che con un tiro a giro insacca nell’angolo lontano il 2-0 alle spalle del connazionale Musso. Un minuto più tardi contropiede interista per il possibile 3-0 ma Lautaro si fa chiudere da Hateboer.

L’Atalanta non molla, ci crede e al 60’ la riapre: Lookman in pressing al limite dell’area scippa il pallone a Di Marco, con un contatto fisico, e scodella in mezzo per l’accorrente Scamacca che deve solo appoggiarla alle spalle di Sommer. Forti proteste interiste per il contatto tra Lookman e Dimarco, ma Sozza non ha dubbi e convalida il gol. Al 73’ Dea pericolosa, bordata da fuori di Lookman, pronti i guantoni di Sommer per una corta respinta su cui si avventa Scamacca murato nel tiro da un chirurgico di Darmian. Gasperini aumenta la trazione offensiva inserendo al 79’ Muriel e De Ketelaere. Al minuto 80 doppia conclusione di Scamacca ma Sommer è attento e respinge due volte. Un minuto più tardi è l’Inter a divorarsi il 3-1 con un contropiede di Dumfries che appoggia lento su Musso in uscita.

Finale con l’Atalanta all’assalto, De Ketelaere mette alto di testa da buona posizione, sul ribaltamento di fronte lungo discesa di solitaria di Sanchez che calcia a lato. Al 91’ altra discesa di Sanchez, per fermarlo Toloi da ultimo uomo lo trattiene, rosso scontato per il brasiliano naturalizzato italiano. Finisce con il successo dell’Inter, che sale a auota 28 punti: l’Atalanta resta ferma a 19 punti ed esce comunque tra gli applausi dei 15mila del Gewiss Stadium. Atalanta Inter 1-2 (0-1) ATALANTA (3-4-1-2): Musso 6; Scalvini 6 (61’ Toloi 5,5), Djimsiti 6, Kolasinac 6 (54’ Pasalic 5,5); Zappacosta 6 (54’ Hateboer 5,5), De Roon 6, Ederson 6, Ruggeri 6; Koopmeiners 5,5 (79’ Muriel 5,5); Lookman 6 (79’ De Ketelaere 5,5), Scamacca 6,5. Allenatore: Gasperini 6. Voto squadra 6 INTER (3-5-2): Sommer 7; Pavard 6 (32’ Darmian 6,5), De Vrij 6,5, Acerbi 6,5; Dumfries 7, Barella 6,5, Calhanoglu 7 (85’ Asllani 6), Mkhitaryan 7 (70’ Frattesi 6), Dimarco 6 (70’ C.Augusto 6); Thuram 6, L. Martinez 7,5 (85’ Sanchez 6,5). Allenatore: Inzaghi 7. Voto squadra 7 Arbitro: Sozza 6 Marcatori: 39’ rig. Calhanoglu (I), 56’ L.Martinez (I), 61’ Scamacca (A)

Continua a leggere tutte le notizie di sport su