Atalanta-Milan, Gasperini: “Contro gli avversari sfruttiamo la spinta del nostro stadio”

Il tecnico nerazzurro valuta la difesa a quattro e spinge De Ketelaere: “La sua crescita è costante”

di FABRIZIO CARCANO -
8 dicembre 2023
Gian Piero Gasperini
Gian Piero Gasperini

Bergamo, 8 dicembre 2023 – L’Atalanta in cerca di riscatto dopo il doloroso 3-0 sul campo del Torino domani riceve il Milan alle 18 in un Gewiss Stadium verso l’esaurito. Dea con la solita emergenza difensiva: non ci saranno Palomino e Toloi, sono in dubbio Kolasinac per acciacchi rimediati nelle ultime partite e Djimsiti per una lesione di primo grado al muscolo otturatore della coscia. E davanti mancano i due centravanti Scamacca e Tourè.

Nerazzurri reduci da un solo punto nelle ultime quattro giornate, scivolati in mese dal quarto all’ottavo posto, e reduci in casa da due sconfitte consecutive sempre per 1-2 contro Inter e Napoli, sconfitte arrivate però dopo aver giocato alla pari. A Torino invece la Dea è completamente mancata. “Lunedì a Torino secondo me c'era un po' di stanchezza, ma questa squadra ha fatto sempre le sue prestazioni. Adesso è un momento che abbiamo qualche problema, dobbiamo tutti riuscire a dare un po' di più. I giocatori sono chiamati a dare una mano, quando ci sono queste situazioni bisogna dare sempre qualcosa in più. La cosa che ci ha messo in difficoltà è aver avuto quattro giocatori su cinque fuori nello stesso reparto, purtroppo è stata una casualità, è chiaro che dobbiamo adattarci”, ha spiegato il tecnico atalantino Gian Piero Gasperini nella conferenza stampa della vigilia al centro sportivo di Zingonia. Anticipando la possibilità di passare dalla difesa a tre a quella quattro per sopperire alle assenze difensive, abbassando gli esterni da terzini: “Può essere un'opzione. Djimsiti potrebbe rientrare, dobbiamo fare un test. La prima cosa che dobbiamo capire è se Djimsiti gioca, poi capiremo.” Davanti probabile il modulo con doppio trequartista con Koopmeiners e Lookman alle spalle di De Ketelaere, grande ex di turno.

Il 22enne belga era partito subito fortissimo, era andato a segno alla prima giornata sul campo del Sassuolo, ma poi non ha più inquadrato la porta avversaria nelle successive 12 partite disputate.

“De Ketelaere ha fatto una discreta partita lunedì, è un ragazzo che sta dando delle buone risposte. La sua crescita è costante, essendo un ex avrà delle motivazioni molto alte", ha rimarcato Gasperini. Che ha poi sottolineato il valore di questo Milan frenato dagli infortuni e l’ottimo lavoro svolto da Stefano Pioli: “Per Pioli parlano risultati, ha sempre dato un'impronta particolare. Ha vinto un campionato straordinario, lì è stato sicuramente il punto più alto. Anche il Milan ha avuto defezioni importanti, adesso sta recuperando un po' di giocatori, non so quanti ne recupererà, ma ci sono periodi nell'arco del campionato in cui puoi sopperire più o meno bene. In questo momento dobbiamo avere ancora più attenzione e volontà. Giochiamo in casa una partita importante, dobbiamo aggrapparci al fattore campo per tirare fuori il massimo delle energie, come ha fatto il Milan. Questo è il calcio, le svolte dobbiamo darle noi".

Chiosa sui possibili interventi nel mercato invernale annunciati dal presidente Antonio Percassi: “Il fatto che l'Atalanta sia attenta è una cosa positiva. In questo momento penso al presente, di mercato parlo a luglio e agosto. Personalmente penso che le squadre si facciano a luglio”.  

Continua a leggere tutte le notizie di sport su