Atalanta, il saluto di Luis Muriel: “Vi porterò sempre nel cuore”

L’attaccante colombiano è a Orlando per le visite mediche: firmerà un biennale negli Usa. Alla Dea un milione per liberarlo anticipatamente

di FABRIZIO CARCANO -
13 febbraio 2024
Luis Muriel
Luis Muriel

Bergamo – “Vi porterò sempre nel cuore”. Le strade di Luis Fernando Muriel e dell’Atalanta si sono separate definitivamente. Da questa notte il Ronaldito di San Tomas, 33 anni ad aprile, si è trasferito in Florida, per le visite mediche con gli Orlando City, con cui debutterà il 25 febbraio nella Major League Soccer contro Montreal.

Il cafetero, che sarebbe andato in scadenza contrattuale a giugno con la Dea, e che con il nuovo anno di fatto era uscito dalle rotazioni giocando appena 61 minuti tra campionato e coppe, ha firmato un biennale con la compagine statunitense che ha versato al club nerazzurro un milione di euro per liberare anticipatamente il colombiano. Che ha chiuso la sua avventura con la Dea con 183 presenze e 68 gol, di cui 143 gare in serie A con 54 gol, in quattro anni e mezzo, dal luglio 2019, facendo coppia per quattro anni con il connazionale e coetaneo Duvan Zapata (sono nati entrambi nell’aprile 1991).

Avventura a due fasi quella a Bergamo per Muriel che nei primi due anni ha segnato a raffica, 41 gol in campionato, contro i 9 del terzo anno e gli appena 5 dell’ultimo anno e mezzo. In netto calo dall’estate 2022, appena 9 gol complessivi con le coppe, ma a dicembre Muriel ha avuto una fiammata da quattro gol in tre settimane con la rete di tacco decisiva al Milan, al 94’, che di fatto ha svoltato la stagione dell’Atalanta che da quel momento ha spiccato il volo. Vado a fare un'esperienza nuova, ma vi porterò sempre nel cuore. Mi avete sempre supportato e trasmesso grande affetto e calore. Mi sono sentito amato come calciatore ma anche come persona. Non lo dimentichero' mai. Bergamo è casa mia e tornerò sempre a trovarvi. Siete la tifoseria più bella mai conosciuta", è stato il saluto dell’attaccante colombiano attraverso un video sul suo profilo Instagram.

“Ringrazio il presidente Antonio Percassi, il figlio Luca, mister Gasperini e tutti i compagni con cui ho vissuto cose bellissime, sia in Europa che in Italia, in questi quattro anni e mezzo. Ringrazio anche chi e' dietro le quinte a Zingonia: i magazzinieri, il personale in cucina e quello amministrativo che ogni giorno lavorano per renderci migliori".

Sabato al Gewiss Stadium prima della partita contro il Sassuolo verrà organizzato un tributo a Muriel, salutato peraltro dai tifosi dieci giorni fa dopo la vittoria contro la Lazio, nella sua ultima apparizione in maglia nerazzurra. Prima di approdare all’Atalanta il giocatore aveva vestito le maglie del Lecce, con 29 presenze e 7 gol, dell’Udinese, con 57 presenze e 15 gol della Sampdoria, con 79 presenze e 21 gol, e della Fiorentina, con 19 presenze e 6 gol. Nella nostra serie A ha segnato complessivamente 103 gol.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su