Sartori e il nuovo tecnico hanno fretta. Ieri subito un summit di mercato

L’infortunio di Koopmeiners riporta Zirkzee in nazionale. Su Joshua la frenata del Milan riaccende le inglesi

di MARCELLO GIORDANO -
13 giugno 2024
Sartori e il nuovo tecnico hanno fretta. Ieri subito un summit di mercato

Sartori e il nuovo tecnico hanno fretta. Ieri subito un summit di mercato

Summit di mercato ieri a tarda sera tra Vincenzo Italiano, Giovanni Sartori e Marco Di Vaio. Il tecnico rossoblù sarà presentato questa mattina e in vista della conferenza stampa è arrivato in città ieri sera. Ne ha così approfittato per vedere la dirigenza rossoblù e anticipare il summit di mercato in programma oggi, che proseguirà comunque in giornata. I temi caldi riguardano terzini e centrocampisti: perché Lykogiannis è in scadenza e l’opzione di rinnovo va esercitata entro due giorni e in scadenza c’è pure De Silvestri. Al tecnico l’ultima parola sui due.

Possibili i rinnovi, con il Bologna che potrebbe comunque prendere in considerazione l’idea di inserire un’ulteriore pedina a destra oltre a Posch e De Silvestri, con caratteristica di spinta: piace Marcus Pedersen (25), reduce dalla retrocessione al Sassuolo e di ritorno al Feyenoord, che potrebbe aprire a un prestito con diritto di riscatto intorno ai 5 milioni. A sinistra piacciono Wolfe (23) dell’Az Alkmaar, Jurasek (23) del Benfica, ma non si scarta l’idea di ritrattare Kristiansen, qualora il Leicester concedesse un corposo sconto sui 15 milioni del riscatto previsto.

Dalle valutazioni di Italiano sui terzini dipenderanno i movimenti in entrata. Così pure a centrocampo, perchè manca un vice Ferguson, dopo l’infortunio dello scozzese. Se Italiano dovesse vedere in Fabbian o Urbanski soluzioni interne, il Bologna potrebbe andare su un mediano o un interno di centrocampo: da Brescianini (24) del Frosinone a Thorsverdt (25) del Sassuolo, da Aster Vranckx (21) del Wolfsburg a Renato Veiga (20) del Basilea, fino a Casadei (21) del Chelsea e Tessmann (22) del Venezia. Qualora invece intravvedesse la necessità di puntare su un fantasista puro, i nomi di Suslov (21) del Verona e Prass (23) dello Sturm Graz (che però ha fatto sapere che se ne potrà parlare a Europeo finito) potrebbero diventare i prescelti.

Intanto arrivano novità dal fronte Joshua Zirkzee. Prima di tutto la nazionale: il ct orange, dopo l’infortunio di Teun Koopmeiners, ha deciso di chiamare Joshua. L’agente dell’olandese, Kia Joorobchian, è in Italia e ha avuto un confronto con il Milan. Al netto della clausola da 40 milioni, c’è distanza tra gli 8 milioni di commissione proposti all’agente dai rossoneri per chiudere l’affare e i 15 richiesti che potrebbero scendere al più a 10. Il Bologna ha avuto contatti: Arsenal e Manchester United potrebbero bruciare la concorrenza, ma se la partita dovesse allungarsi attenzione alla Juventus, che ha sondato il terreno per Zirkzee, in caso di partenza di Vlahovic. Intanto il Bologna cerca l’intesa con Pavlidis (25) dell’Az, a cui ha proposto un contratto da 1,5 milioni a stagione. Piace Broja (22), in uscita dal Chelsea, mentre per Duràn il Chelsea è oggi in prima fila.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su