Copa America: l'Argentina abtte il Perù 2-0 con un super Lautaro Martinez

Storica qualificazione ai quarti di finale anche per il debuttante Canada

30 giugno 2024
Lautaro Martinez (ANSA)

Lautaro Martinez (ANSA)

Miami (Stati Uniti), 30 giugno 2024 – Già certa di un posto ai quarti di finale di Copa America, l’Argentina campione in carica non ha fatto sconti nemmeno al Perù di Gianluca Lapadula (partito in panchina e subentrato al 56’ al posto di PaoloI) e lo ha battuto 2-0 chiudendo così a punteggio pieno il Girone A. Neppure le assenze del CT Scaloni, squalificato per aver ritardato il rientro in campo della squadra nella partita contro il Cile (a guidare l’Argentina questa notte c’era l’ex Roma e Inter Walter Samuel), e dell’idolo del pubblico dell’Hard Rock Café Stadium di Miami (teatro anche della finale) Lionel Messi, tenuto precauzionalmente a riposo per via di un piccolo problema fisico rimediato nella gara di pochi giorni fa, hanno fermato la corsa dell’Albiceleste, trascinata da un Lautaro Martinez ancora una volta in formato deluxe: l’attaccante dell’Inter ha infatti messo a segno una doppietta che ha fatto salire a quattro il numero delle sue reti in questa Copa America. Alla “Scaloneta” è servito un primo tempo, in cui l’occasione più nitida l’ha creata Leandro Paredes su punizione (palo al 26’), per prendere le misure ad un Perù che però, nel concreto, non è di fatto mai riuscito a creare grattacapi alla retroguardia argentina. In avvio di ripresa la situazione si è poi sbloccata: con un’imbucata al volo, Angel Di Maria ha servito in profondità Lautaro Martinez che si è presentato a tu per tu con Gallese e lo ha superato con un perfetto pallonetto a incrociare. Le cose si sono quindi messe in discesa per l’Albiceleste che al 71’ ha fallito con Leandro Paredes il calcio di rigore del possibile 2-0, poi centrato ancora grazie al “Toro” Martinez che all’85’, su un lancio lungo, ha vinto il duello con Corzo e trafitto Gallese con un altro colpo sotto vincente. L’unico squillo del Perù – che con questo ko abbandona la Copa America – è arrivato tre minuti più tardi quando Zanelato ha colpito il palo con un colpo di testa  

Al Canada basta lo 0-0 con il Cile per approdare ai quarti

Assieme all’Argentina ha centrato la qualificazione ai quarti di finale anche il Canada, a cui è stato sufficiente lo 0-0 con il Cile di Alexis Sanchez – eliminato al pari del Perù – per centrare questo storico traguardo al debutto assoluto nella competizione: costretta all’impresa per continuare a sperare nella qualificazione, la nazionale cilena è partita all’attacco e tra il 20’ e il 22’ si è divorata due ghiotte occasioni con Victor Davila: il fantasista del CSKA Mosca ha prima sfiorato il gol con una bellissima semirovesciata di sinistro e poi ha messo in apprensione la retroguardia canadese con un destro a incrociare finito sul fondo a pochi centimetri dal palo. Le cose per “La Roja” si sono però complicate al 26’, quando Gabriel Suazo ha rimediato il secondo cartellino giallo della sua partita, lasciando il Cile in dieci per quasi 70’. Una superiorità numerica che il Canada ha provato a sfruttare sfiorando prima dell’intervallo il vantaggio con un pallonetto velenoso di David e successivamente con un tiro di Eustaquio neutralizzato dalla parata di Arias. Nella ripresa, alla formazione nordamericana è quindi bastato gestire questo prezioso risultato per centrare l'obiettivo quarti.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su