Cremonese e Ballardini: siamo ai saluti finali?

Dopo l’addio ai giocatori in prestito e a Braida, non si vedono segnali positivi sulla permanenza in panchina del tecnico ravennate

di LUCA MARINONI -
9 giugno 2023
Davide Ballardini

Davide Ballardini

La Cremonese è già protesa verso la nuova stagione e, soprattutto, verso il lavoro necessario per trovare le forze per riuscire a ripartire (in modo competitivo) dopo un anno ricco di delusioni come quello che ha riportato la squadra grigiorossa in serie B.

In questo senso il primo passo è stato quello dei saluti, da quello dei prestiti tornati alle società di appartenenza a quello del consulente tecnico Ariedo Braida, che ha ufficialmente salutato Cremona (con destinazione Monza?). Rimane comunque in evidenza un punto cruciale come quello dell’allenatore. Già subito dopo l’ultima gara di Campionato mister Ballardini ha parlato della necessità di riflettere.

Il tecnico ravennate si è confrontato con la dirigenza di via Postumia, incontri utili per constatare le intenzione del sodalizio grigiorossa e, di conseguenza, per conoscere quello che potrebbe essere il ruolo della Cremonese nel prossimo torneo cadetto. Per il momento non sono usciti commenti ufficiali da questi approfondimenti, ma l’impressione è che l’infruttuoso scorrere del tempo giochi contro la permanenza dell’allenatore romagnolo (con il conseguente inizio della ricerca del possibile sostituto), che avrebbe richiesto precise garanzie alla società per tentare di conquistare il prossimo anno le soddisfazioni che sono mancate in una stagione vissuta interamente in coda come quello da poco consegnato agli archivi.

Per quel che riguarda i giocatori che hanno indossato quest’anno la maglia grigiorossa, oltre a Benassi, Carnesecchi, Vasquez e Galdames, che al momento sono rientrati alle rispettive società, ci sono diversi giocatori che potrebbero partire. Tra questi c’è anche Chiriches, che sta ricevendo una corte serrata dallo Steaua Bucarest. Il centrale rumeno, in effetti, ha fatto vedere esperienza e qualità più che affidabili, ma è incappato in una serie di infortuni e problemi fisici da record che ne hanno limitato al minimo un apporto che avrebbe potuto fare la differenza.

Dovrebbero essere giunte proposte anche per Dessers, che, pur senza rispettare le alte aspettative della vigilia, è riuscito a far intravedere il suo potenziale e che, proprio per questo, salvo offerte più che interessanti, potrebbe cercare pieno riscatto a Cremona. Le buone prestazioni fatte vedere in Coppa Italia potrebbe offrire la maglia da titolare a Sarr, così come i vari Castagnetti, Sernicola, Valeri, Bianchetti e Buonaiuto potrebbero diventare lo zoccolo duro di una Cremonese che vuole voltare pagina con decisione e ritrovare slancio e convinzione per vivere un torneo cadetto da protagonista.  

Continua a leggere tutte le notizie di sport su