Da Mezzana alla MLS: Sartini ha conquistato l'America

Il Vancouver Whitecaps ha annunciato ieri di aver prolungato il contratto del tecnico Vanni Sartini fino al 2025. Una carriera da allenatore, la sua, iniziata a Prato nel 2010, guidando per tre stagioni il Mezzana

di GIOVANNI FIORENTINO -
23 ottobre 2023

Prato, 23 ottobre 2023 - Poco più di dieci anni fa allenava il Mezzana, in Prima Categoria. E ieri, il Vancouver Whitecaps ha annunciato di avergli rinnovato il contratto sino al 2025, dopo aver conquistato i playoff e la possibilità di giocarsi il titolo nella MLS americana. Un'ascesa costante quella di Vanni Sartini, che nemmeno il diretto interessato avrebbe forse immaginato. Una carriera da tecnico che l'allenatore oggi (quasi) quarantasettenne, pratese d'adozione, ha iniziato proprio in città. Era infatti il 2010 quando il Mezzana lo chiamò a guidare una squadra giovane che doveva centrare la salvezza in Prima, dove gli elementi portanti erano l’attaccante Banci, capitan Targetti e il difensore Gabbrielli. Un matrimonio sportivo andato avanti per più di tre stagioni, fino a quando Sartini venne scelto come collaboratore da mister Davide Nicola al Livorno. Si era poi trasferito in Canada, dove il Vancouver Whitecaps lo aveva voluto per allenare nel settore giovanile. E quando è stato promosso al timone della prima squadra, ha saputo cogliere l'occasione, aggiudicandosi per due volte il “Canadian Championship” (ovvero il campionato che disputano solo le compagini canadesi).

Vanni Sartini
Vanni Sartini

Risultati che hanno convinto la dirigenza a dargli ulteriore fiducia. E dopo il raggiungimento dei playoff nella Major League Soccer (il torneo che racchiude le migliori squadre di Stati Uniti e Canada) gli è stato comunicato il prolungamento contrattuale, “in diretta”. “Sono più che felice di aver firmato nuovamente con i Whitecaps fino alla fine della stagione 2025 – ha commentato sui social il diretto interessato - voglio ringraziare il club per aver creduto in me, tutte le persone che lavorano con me per il supporto costante e i migliori tifosi del mondo per essere al fianco di questa squadra in ogni singolo momento. Vancouver è casa mia, avanti così”.

G.F.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su