Bereszynski, con il Genoa è quasi un derby. Il terzino dell’Empoli ha perso solo 2 volte

L’ex Sampdoria ha affrontato i rossoblù in 10 occasioni come Ciccio Caputo, che ha anche segnato 3 reti ma una sola al Ferraris

30 novembre 2023
Bereszynski, con il Genoa è quasi un derby. Il terzino dell’Empoli ha perso solo 2 volte
Bereszynski, con il Genoa è quasi un derby. Il terzino dell’Empoli ha perso solo 2 volte

di Simone Cioni

Avviato verso le 200 presenze in Serie A, delle attuali 189 partite disputate nella massima categoria 10 lo hanno visto incrociare i tacchetti con il Genoa. Visti i suoi trascorsi alla Sampdoria (sei stagioni e mezzo), quella di sabato al Ferraris non sarà probabilmente una partita come le altre per Bartosz Bereszynski, alla sua prima stagione in azzurro. Per altro quello contro i rossoblù è un bilancio decisamente positivo per il terzino destro polacco, che vanta 4 vittorie ed altrettanti pareggi al cospetto di 2 sole sconfitte (una delle quali maturata nella Coppa Italia 2020-’21, l’unica gara per altro disputata con la fascia di capitano dei blucerchiati al braccio). Insomma se c’è uno che sa come si affronta il Genoa quello è Bereszynki. Sempre impiegato dall’inizio nelle ultime tre uscite contro Frosinone, Napoli e Sassuolo per complessivi 243 minuti, l’esterno arrivato in estate dal Napoli potrebbe essere inserito anche nell’undici iniziale da opporre alla squadra di Alberto Gilardino. Resta vivo tuttavia il ballottaggio con Ebuehi, che finora ha più o meno caratterizzato tutta questa prima parte di stagione. Dopo aver giocato due gare a testa con Zanetti in panchina, al momento dell’arrivo di Andreazzoli Bereszynski ha dovuto saltare per infortunio la trasferta di Bologna e il match casalingo con l’Udinese, oltre a quasi tutta la sfida del Castellani-Computer Gross Arena contro la Salernitana quando si è fatto male, giocando quindi 290 minuti in meno del compagno nigeriano.

Arrivato in estate per portare esperienza e personalità in un gruppo rimasto orfano di alcuni dei suoi leader, il polacco si è subito inserito bene portando quasi sempre a casa prestazioni di sostanza. Meno votato alla proiezione offensiva di Ebuehi, ha dimostrato una discreta solidità e attenzione in fase difensiva. Poco appariscente insomma, ma comunque efficacie anche contro clienti scomodi come lo è stato Kvaratskhelia nella prima parte della ripresa al Maradona di Napoli.

Un altro azzurro che ha già affrontato molte volte il Genoa è Ciccio Caputo, le medesime 10 di Bereszynski ma con 5 vittorie e 5 sconfitte. Anche per lui, ex Sampdoria come il compagno sebbene con minor militanza, si tratta quindi di una sorta di ’derby’ in cui l’attaccante pugliese vanta anche 3 reti: una doppietta nel 5-0 rifilato dal Sassuolo ai rossoblù nel 2019-’20 e l’unico centro blucerchiato nel derby perso 3-1 nella stagione 2021-’22. Infine, non sarà una partita come le altre nemmeno per Mattia Destro, ex di turno che con la maglia del Grifone ha collezionato 87 presenze e 23 gol. Il centravanti di Ascoli Piceno ha affrontato una volta in più dei suoi compagni il Genoa, ma il suo utilizzo dal primo minuto a Marassi appare davvero improbabile. Con la maglia dell’Empoli, per altro, non ha ancora mai incrociato il Genoa visto che nella passata stagione, la prima al Castellani-Computer Gross Arena, i liguri erano in Serie B. Anche lui, come Caputo, ha segnato 3 volte in passato ai rossoblù, risultando decisivo in 2 circostanze sempre difendendo i colori del Bologna: nel successo felsineo per 2-0 del 2017-’18 con una rete e un assist e nell’1-1 della stagione successiva quando firmò il momentaneo vantaggio. L’unico centro da ex al Ferraris risale però al campionato 2011-’12 quando ’timbrò’ la rete della bandiera del Siena in un 4-1 a favore del Genoa.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su