Empoli, incredibile a Udine: la vittoria sfuma al 104’. Finisce 1-1. Tutto rimandato alla gara con la Roma

Gli azzurri, cui era stato annullato un gol parso regolare, passano su rigore al 45' della ripresa, ma vengono raggiunti, sempre su penalty, al 59'.

di GIANLUCA BARNI -
19 maggio 2024
Udinese-Empoli, Samardzic segna il rigore del pareggio

Udinese-Empoli, Samardzic segna il rigore del pareggio

Udine, 19 maggio 2024 – Incredibile (e tutto rimandato all’ultima giornata). L’Empoli vede svanire la vittoria, un’affermazione di platino, al  104’ (sì, avete letto bene, il 59’ della ripresa) del secondo tempo, per una trattenuta di Fazzini in area di rigore e conseguente penalty realizzato da Samardzic. Con il successo del Frosinone a Monza, l’Empoli resta al terz’ultimo posto della classifica con 33 punti, dietro a Frosinone 35, Verona 34 (ha una gara in meno) e Udinese 34.

Un incontro ricco di tensione e polemiche, che farà parlare a lungo per quanto accaduto (specie in sala Var). Nicola sceglie il 3-5-2 con l’inedita coppia d’attacco Cerri-Cancellieri. Grassi è il regista (e dopo appena 3’ sarà ammonito; diffidato, salterà l’ultimo incontro con la Roma). Nel primo tempo a vincere è la tensione: la posta in palio, altissima, non fa praticamente giocare. Tante, troppe le interruzioni. Dopo 5’ finisce la partita di Success, costretto a uscire per noie a una coscia.

Al 25’ una delle rare, rarissime occasioni: piattone, forte ma centrale, di Walace dai 22 metri: Caprile alza in angolo. Al 28’ secondo infortunio di giornata: si ferma ancora Cerri, vittima di problemi muscolari alla coscia. Altro giallo pesante al 35’: Perez falcia Cancellieri e l’arbitro Guida lo ammonisce. Diffidato, salterà Frosinone – Udinese dell’ultimo turno. Al 36’, all’improvviso, azzurri in vantaggio con Maleh: il centrocampista scocca un mancino terrificante dai 20 metri che s’insacca sotto la traversa. Guida viene, però, richiamato al Var: annulla la rete per una presunta gomitata di Niang su Kristensen (decisione dubbia) in area di rigore. Cancellato il bel gol di Maleh, Niang e Nicola protestano vivacemente (e hanno più di un motivo).

Succede pochissimo, in fatto di opportunità da gol, anche nella ripresa (ma le emozioni non mancheranno). Al 12’ errore sesquipedale del neo entrato Davis, che sul perfetto cross di Lucca dalla destra, stacca di testa da pochi passi spedendo il pallone sul fondo. L’Empoli tira un sospiro di sollievo per lo scampato pericolo. Al 44’ Cambiaghi anticipa Samardzic nei sedici metri: il bianconero colpisce i tacchetti di Cambiaghi e per il direttore di gara è calcio di rigore. Al 45’ Niang trasforma alla sinistra di Okoye, che tocca il pallone ma non riesce a respingerlo.

Al 53’, sull’ultimo corner del confronto, Bijol tutto solo nel cuore dell’area piccola non riesce a calciare, poi Fazzini trattiene Payero in procinto di calciare a rete. Guida non concede il penalty, lasciando ogni valutazione al Var. È calcio di rigore, che Samardzic segna al 59’. L’Udinese si rianima, per l’Empoli ultimi 90 minuti di fuoco. TABELLINO UDINESE – EMPOLI 1-1 UDINESE (3-4-2-1): Okoye; Perez, Bijol, Kristensen; Ehizibue (10’ st Ebosele), Walace (42’ st Zarraga), Payero, Kamara (42’ st Ferreira); Samardzic, Success (7’ pt Brenner; 10’ st Davis); Lucca.A disposizione: Mosca, Padelli, Abankwah, Tikvic, Kabasele, Giannetti, Zemura, Palma, Pereyra, Pejicic. Allenatore: Cannavaro. EMPOLI (3-5-2): Caprile; Bereszynski (14’ st Walukiewicz), Ismajli, Luperto; Gyasi, Bastoni (14’ st Fazzini), Grassi (35’ st Marin), Maleh, Pezzella; Cerri (30’ st Niang), Cancellieri (35’ st Cambiaghi). A disposizione: Perisan, Seghetti, Goghichidze, Cacace, Kovalenko, Zurkowski, Shpendi, Caputo, Destro. Allenatore: Nicola. ARBITRO: Guida di Torre Annunziata. MARCATORI: 45’ st Niang (rig.), 59’ st Samardzic (rig.). NOTE: giornata serena. Espulsi al 56’ st Accardi e Grassi per proteste. Ammoniti: Grassi, Perez, Nicola, Cannavaro, Bastoni, Ismajli, Gyasi, Marin, Fazzini. Angoli: 5-5. Recupero: 5’, 5’. Gianluca Barni  

Continua a leggere tutte le notizie di sport su